TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank10.4 Piper's Pit
blank
 bulletblank10.4 Impact Wrestling Report
blank
 bulletblank10.4 WWE NXT UK Report
blank
 bulletblank10.4 WWE NXT Report
blank
 bulletblank10.4 Pro Wrestling Culture
blank
 bulletblank9.4 GPOrder
blank
 bulletblank8.4 Natural Selection
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

I Revival non appariranno più in televisione?


15/03/2020 20:37:42 by Stefano Tateo
 
[Indietro]

The Revival
I Revival (Dash Wilder & Scott Dawson), stando a quanto riportato da Dave Meltzer nella Wrestling Observer di questa settimana, potrebbero aver finito di apparire nei programmi televisivi della WWE in attesa che scadano i loro contratti.

Gli ex campioni di coppia di SmackDown, come noto, hanno da tempo deciso di non prolungare i loro accordi con la compagnia di Stamford, che da un paio di settimane ha deciso di non far viaggiare più i due con il resto del roster, lasciandoli a casa.

In questo lasso di tempo i Revival hanno registrato alcuni trademark da usare una volta lasciata la WWE, con quest'ultima che a sua volta ha tentato di registrare alcuni marchi riconducibili al duo in modo tale da vietare a Wilder e Dawson di utilizzare vari nomi lontano da Stamford. L'ultimo trademark applicato in ordine di tempo da Dash Wilder è "Cash Wheeler", che potrebbe utilizzarlo come futuro ring name.

Meltzer ha aggiunto che ad un certo punto la WWE aveva pensato di far lottare i Revival a WrestleMania in un match a più team valido per gli SmackDown Tag Team Championship, ma tali piani sono cambiati assieme a molti altri. Il giornalista ha infine concluso ammettendo di non sapere se i due prenderanno parte alla Andre the Giant Memorial Battle Royal.

Ricordiamo che il contratto di Scott Dawson con la WWE scadrà ad aprile mentre quello di Dash Wilder verso metà giugno poichè, come ricorderete, la compagnia di Stamford glielo estese automaticamente a causa di un infortunio subito in precedenza che lo costrinse a rimanere lontano dalle scene per diversi mesi.