TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank27.2 Bet on him - BET ON... ANGEL GARZA?
blank
 bulletblank27.2 Impact Wrestling Report
blank
 bulletblank26.2 5 Star Frog Splash
blank
 bulletblank3.2 We Want You!
blank
 bulletblank25.2 WWE Raw Report
blank
 bulletblank25.2 WWE 205 Live Report
blank
 bulletblank24.2 A Gomiti Alti
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

Sgt. Slaughter è davvero un ex militare?


11/01/2020 13:30:40 by Marco Ghironi
 
[Indietro]

Hall of Fame
Negli scorsi giorni la testata online SoCAl UNCENSORED ha rilanciato una teoria secondo cui il leggendario Sgt. Slaughter, introdotto nella Hall Of Fame WWE nel 2004 ed ex campione dell'allora WWF, potesse non avere un passato da militare.

Come noto, la gimmick interpretata da Robert Remus era quella di un sergente della marina americana, un vero eroe a stelle e strisce che incarnava perfettamente i valori di coraggio e patriottismo. Come ben sappiamo, non vi sono prerequisiti biografici per poter interpretare un personaggio, né in WWE né in qualsiasi altro contesto artistico e performativo.

Quello che stona in tutta la vicenda è che lo stesso Remus, anche durante interviste nelle quali parlava “fuori” dal suo personaggio on screen, si è sempre professato come un ex veterano. Ha ribadito più volte di aver rivestito il ruolo di sergente istruttore di reclute per l'esercito americano (alla Sergente Hartman, per intenderci) e di essere stato addirittura due volte in Vietnam.


Qui sotto vi proponiamo un'intervista recente, nella quale Sgt. Slaughter viene interpellato su diversi argomenti, quindi chiaramente fuori dalla kayfabe. Al minuto 1:42 racconta di essere stato in Vietnam.



Remus ha sempre sostenuto di essere un ex militare, oggi come ai tempi della sua attività come wrestler professionista. A far sorgere i dubbi sono state le informazioni vaghe rilasciate dallo stesso hall of famer. Non ha mai specificato con quali compagni e sotto quale comandante abbia prestato servizio, non ha mai rilasciato dettagli di alcun tipo sulle sue vere mansioni nei sei anni passati sotto le armi e ha sempre eluso ed evitato domande riguardo questo argomento.

A tal proposito, non tornano alcuni aspetti temporali della vicenda. Come sottolinea il sito Ringside News, il servizio di sei anni di Remus sarebbe terminato, per sua ammissione, nel 1973. Tuttavia, lui nel 1972 era già una star nella AWA.

SoCal UNCENSORED ha poi scovato un articolo risalente al 1985 del Baltimore Sun (pubblicato da un utente su un forum del Wrestling Observer, ndr), nel quale sembra che la stessa Marina militare statunitense avesse chiesto a suo tempo a Sgt. Slaugther di abbandonare la sua gimmick e smettere di impersonare un marine nel rispetto di chi stesse effettivamente prestando servizio.



Nel testo si evince di come il citato Cap. Jay Farrar abbia tenuto fin da subito d'occhio la gimmick di Slaughter e le sue dichiarazioni, ricevendo lamentele da alcuni membri del corpo dei marine. E non confermando in alcun modo il presunto passato di Robert Remus tra le fila dell'esercito americano. Proprio in quel periodo, come si legge nell'articolo, venne emessa una sentenza da parte del Congresso degli Stati Uniti che proibiva l'utilizzo del Corpo Marine come emblema e costume da parte dei civili.

L'ultimo punto toccato dall'inchiesta di SoCal UNCENSORED è stato il comportamento della WWE su tutta la faccenda. Viene proposta la pubblicazione di un articolo (incorporato nel primo tweet proposto, qualche riga sopra), firmato dalla stessa compagnia di Stamford, che cita Sgt. Slaughter durante lo scorso Veteran's Day come uno degli atleti con un passato militare. Un passato che non sembra esserci mai stato, messo in risalto da una federazione che si è mossa sempre nel maniera giusta con impegno massiccio per dare supporto ai soldati americani.

Vi invitiamo a rimanere sintonizzati sulla nostra newsletter in caso di aggiornamenti o repliche da parte di una delle parti coinvolte.