Voci dietro la vittoria di Sheamus a Wrestlemania

Il titolo degli Stati Uniti è passato di mano a Wrestlemania, per effetto della vittoria di Sheamus su Riddle. Nell’ultima edizione della Wrestling Observer Radio, sono emerse le prime voci in merito a questo risultato; e si tratta di voci che, oggettivamente, non sono particolarmente edificanti verso l’ex Campione.

Un regno non previsto?

Secondo quanto riferito, infatti, Sheamus ha vinto il titolo WWE degli Stati Uniti a WrestleMania 37 Night Two per interrompere un regno, quello di Riddle, che non era nemmeno previsto.

Secondo queste indiscrezioni, Keith Lee doveva originariamente vincere il titolo al pay-per-view Elimination Chamber a febbraio. Lee è stato rimosso dall’evento per ragioni che ancora oggi non sono note, e da allora non si è più visto on screen. Nel match di Elimination Chamber è stato aggiunto John Morrison come suo sostituo.

Riddle ha finito per vincere il titolo degli Stati Uniti proprio in quel triple threat match. Questo si è reso necessario per togliere la cintura a Bobby Lashley; ovviamente, per poter poi far avviare allo stesso Lashley il percorso che lo ha portato da Campione WWE a Wrestlemania. L’altro partecipante, ovvero il già citato Morrison, non era un’opzione per il titolo, poichè per lui erano già pronti i piani con Bad Bunny e Damian Priest, insieme a The Miz.

Secondo loro, dunque, Riddle non avrebbe mai dovuto essere il campione degli Stati Uniti, ma la WWE non aveva altra scelta a Elimination Chamber. La vittoria di Sheamus, secondo la Wrestling Observer Radio è dunque il modo per “risolvere un problema”. Come detto, qualora queste voci dovessero essere vere Riddle non ne emerge certo benissimo.

Non si sa ancora cosa la WWE abbia pianificato per Sheamus come campione, tantomeno per l’ex campione Riddle. Non è improbabile che la rivalità continuerà per almeno qualche altra settimana, per una potenziale rivincita al pay-per-view di WrestleMania Backlash il 16 maggio.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,670FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati