Un wrestler a rischio sospensione non dovrebbe essere punito

PWTorch rende noto che, dalle informazioni in suo possesso, uno dei 14 wrestler ancora nell'occhio del ciclone per lo scandalo doping (il quindicesimo, Simon Dean, è stato licenziato ieri) era già stato punito nell'ambito del Wellness Program in merito all'acquisto di farmaci illeciti dalla farmacia sotto inchiesta e per questo probabilmente non verrà nuovamente sospeso, in quanto non avrebbe senso punire un wrestler due volte per i medesimi fatti. L'ipotesi più probabile è che il lottatore in questione possa essere Chris Masters, anche se la situazione di Randy Orton in merito alle sue eventuali precedenti sospensioni nell'ambito del Wellness Program non è chiarissima e c'è qualche possibilità che invece possa essere lui il wrestler a uscire “pulito” da questa brutta storia.

15,941FansLike
2,590FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati