Un producer messo in aspettativa è tornato a lavorare in WWE

Due mesi fa, oltre al licenziamento di diversi wrestler e dipendenti per far fronte alle perdite economiche causate dalla pandemia di Covid-19, la WWE mise in aspettativa forzata vari producer, tra i quali Billy Kidman, Mike Rotunda, Fit Finlay, Pat Buck, Shawn Daivari, Scott Armstrong, Sarah Stock, Shane Helms e Lance Storm. 

Mike Johnson ha riferito che, in occasione della lunga sessione di tapings televisivi tenuta ieri dalla WWE al Performanc Center, Pat Buck è tornato a svolgere il proprio lavoro all’interno della compagnia.

Il suo è al momento l’unico nome richiamato dalla WWE e non ci sono conferme sulla possibilità che altri producer tornino a breve a lavorare agli show della federazione.

Stefano Tateo
Stefano Tateo
Se avete più di 22 anni e perdete ancora tempo dietro al wrestling avete seri problemi.
15,941FansLike
2,700FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati