Ultimate Warrior ha perso la causa con la WWE

La causa intentata per diffamazione da Ultimate Warrior contro la WWE in merito ai contenuti del DVD “The Self-Destruction Of The Ultimate Warrior” è finita in un nulla di fatto. Warrior aveva portato la WWE in tribunale sostenendo che i contenuti del DVD, offensivi nei suoi confronti, violavano un accordo raggiunto nel 2000 fra lui e la WWE che prevedeva fra le clausole il rispettivo impegno di non denigrare l'altra parte. Il giudice ha deciso il non luogo a procedere facendo notare che dal 2000 in poi è stato lo stesso Warrior a violare più volte quel particolare punto dell'accordo nel corso di sue dichiarazioni pubbliche in cui criticava pesantemente la WWE e i suoi dirigenti. Per questo motivo, secondo il giudice, quel punto dell'accordo è ormai da considerarsi nullo perché non rispettato in primis da Warrior, e perciò ha decretato che il lottatore non ha alcun diritto ad appellarsi a questo per pretendere una condanna della WWE.

Warrior ha commentato la sentenza dichiarando di non volersi soffermare più di tanto su di essa e spiegando che nella vita lui ha sempre preferito guardare avanti senza piangere sul latte versato, perciò per lui l'intera vicenda è chiusa qui e non ha più importanza nella sua vita.

15,652FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati