Ulteriori news sul pensiero di Vince McMahon su NXT

Nonostante ciò che è stato detto pubblicamente riguardo all'apprezzamento di Vince McMahon per NXT, dal punto di vista interno la percezione del prodotto è diverso. McMahon vede NXT come un prodotto “turistico” pieno di ragazzi che lui non vede come potenziali fonti di guadagno per la compagnia. Ci sono state molte lamentele perché Triple H non ha venduto la batosta inflittagli da Roman Reigns a dicembre. Pochi giorni dopo l'angle (avvenuto al PPV TLC), Triple H postava sui social media e promuoveva NXT invece di vendere il pestaggio subito da Reigns. È apparso anche allo show di NXT Takeover tenuto a Londra appena qualche giorno dopo l'angle.

Altra fonte di discussione è il trattamento di Tyler Breeze nel main roster. I ragazzi che lavorano a NXT vorrebbe ovviamente un buon posto nel main roster in modo da guadagnare più denaro, tuttavia amano laborare a NXT e molti nel roster di sviluppo vedevano Breeze come qualcuno che era pronto a essere una WWE Superstar, mentre invece è stato trattato con molta leggerezza. La sensazione è che NXT sia molto divertente e che il main roster sia il culmine di un sogno di una vita ma che allo stesso tempo sia molto frustrante.

C'è stato inoltre dell'heat a causa del tempismo dello show “Breaking Ground” e di come questo abbia svolto un ottimo lavoro nel mostrare lo spostamento di Breeze nel main roster, facendolo sembrare una cosa molto importante. Tuttavia, nel momento in cui lo show è stato trasmesso, il push di Breeze nel main roster era già finito.

Pubblicamente le cose vengono trattate in maniera molto diversa da come accade internamente. Ecco cosa ha detto Vince McMahon riguardo a Triple H nell'intervista tenuta con l'Orlando Sentinel: “Si è comportato benissimo. Sono molto fiero di lui, non solo per gli anni che ha passato sul ring e non so quanto tempo durerà ancora. Questa potrebbe essere la sua ultima Wrestlemania. Non lo so. Gli dico spesso in faccia che ormai è vecchio ed entrambi ridiamo perché io ho 70 anni. Ciò nonostante, dal punto di aziendale la crescita degli ultimi anni è stata esponenziale e il ruolo di Stephanie è stato ancor più in crescita vertiginosa. Ciò che fa rappresentando la compagnia è fantastico, nessuno può rappresentare il nostro marchio in tutti i suoi aspetti, in tutte le sfaccettature del nostro business come fa lei, che fa benissimo qualsiasi cosa. È una vera ambasciatrice. È ovviamente più che un'ambasciatrice e la sua crescita dal punto di vista aziendale è stata fantastica”.

McMahon ha invece detto, riguardo a Shane: “Se occuperà o meno un ruolo dirigenziale resta da vedere. Dal punto di vista del performer, mi piace moltissimo lavorare con lui. E quando tutti e tre siamo là fuori, e gettiamo in mezzo anche Paul [Levesque, alias Triple H] dato che è già successo in passato, oddio. Potremmo stare là fuori e intrattenerci a vicenda, molto meno il pubblico, per un'ora. Sarebbe facile. È molto divertente perché possiamo improvvisare e intrattenerci a vicenda. Penso che se riesci in questo e ti diverti ciò si proietta sul pubblico e il pubblico si diverte con te”.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
14,994FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati