Triple H spiega come vengono scelti i nuovi Hall of Famer

Ogni anno, la cerimonia della WWE Hall Of Fame celebra e onora le stesse del passato che la Federazione ha deciso di inserire nella propria arca della gloria. Nomi che, in un modo o nell’altro, a parere della WWE hanno contribuito a scrivere la storia sia della compagnia che in generale di tutto il mondo el wrestling. Molti fan si sono spesso chiesti come la WWE scelga effettivamente chi verrà inserito nella Hall Of Fame. Non sono mancate in passato, così come quest’anno, polemiche sui selezionati, e/o paragoni con altri atleti che nella Hall of Fame ancora non ci sono.

Il processo di selezione è semplice

Sembra che il processo sia più semplice di quanto inizialmente pensato. Parlando con Pardon My Take, il COO della WWE Triple H ha spiegato il processo di scelta dei membri della WWE Hall Of Fame, affermando che si tratta di una decisione di gruppo. In ogni caso, alla fine, Vince McMahon ha l’ultima parola durante il processo di scelta.

“Dunque, ci sono molte persone all’interno della compagnia che suggeriscono dei nomi; i team di scrittori, alcune persone della produzione televisiva, quindi posso dirti che gli input arrivano davvero da molte persone. La lista viene poi ridimensionata da diversi reparti, fino ad arrivare comunque ad un numero maggiore di quelli che possiamo introdurre. A quel punto Vince fa l’ultima scelta, su chi ci sarà e chi non ci sarà.”

“Vince considera [la] Hall of Fame, o se preferisci la WWE considera la Hall of Fame come un momento di intrattenimento. Quindi non si tratta solo di chi andrà in quel momento, fa parte di uno spettacolo. E dunque se crede che qualcuno come Kane possa essere una buon elemento dello spettacolo, allora avrà l’opportunità di salire su quel palco. Quest’anno sarà diverso per i motivi che sappiamo, ma negli anni passati c’era l’opportunità di rivivere la tua carriera e far parte nuovamente di uno show, e dunque di dare il tuo contributo di intrattenimento allo stesso show.”

“E certamente vogliamo renderlo uno spettacolo su tutta la linea, non certo uno spettacolo noioso. Non vorrai certo che lo spettatore si penta di guardare un’ora e 45 minuti di programma perché tutti hanno detto la stessa cosa, rendendolo noioso. Vuoi che abbia degli alti e bassi e che sia di intrattenimento. Lui ci crede davvero a questo, quindi è molto di quello che ci vuole dentro.”

La domanda ‘Chi merita di essere introdotto?’ Viene discussa molto, da tutti gli altri, e poi lui prende quella lista di chi merita, la analizza e capisce come la componente di intrattenimento può funzionare “, ha detto Triple H. “E [dirà] ‘questo ragazzo sarà davvero molto serio, anche questo ragazzo lo sarà. Aspettiamo e inseriamo questo secondo l’anno prossimo, perchè quest’anno già introdurremo uno con questo atteggiamento’. Insomma, bilancia un pò la situazione

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,652FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati