TNA-Ha fatto causa alla WWE

Nella giornata di ieri, a Nashville, la TNA ha citato in giudizio la WWE e l'ex dipendente della TNA e della WWE Brian Wittenstein per interferenza in contratti esistenti, gestione indebita, rottura di contratto, cospirazione civile, competizione sleale e violazione dello Uniform Trade Secrets Act del Tennessee (un atto legale che regola minuziosamente le norme riguardanti il segreto industriale – ndr). Ha inoltre fatto causa a Wittenstein per inadempienza a doveri di fedeltà.

La causa intentata dalla TNA dichiara che Wittenstein, che ha lavorato per la TNA per tre anni prima di cessare i rapporti nel 2011, ha fornito alla World Wrestling Entertainment delle informazioni interne riguardanti alcuni contratti ed altre faccende di cui era venuto a conoscenza durante il periodo in cui ha lavorato nel settore eventi live ed ora la WWE sta provando a portare via alcuni talenti della compagnia sfruttando queste informazioni.

Wittenstein era stato assunto dalla WWE precedentemente nel corso di quest'anno e aveva lavorato per breve tempo con Michael Hayes, nel ruolo di suo assistente, prima di essere rilasciato dalla WWE ad aprile. Secondo la causa, la WWE ha licenziato Wittenstein quando questi ha consegnato alla federazione le informazioni interne della TNA. Tuttavia, la WWE non ha informato la TNA che fossero entrati in possesso di queste informazioni per numerose settimane.

La TNA afferma di essere stata informata il 7 maggio. Alcuni giorni dopo Ric Flair (con cui la TNA sta avendo problemi, come riportato sulla nostra newsboard – ndr) ha contattato la TNA per liberarsi del suo contratto. Nella causa la TNA dichiara che Flair stava provando a liberarsi del suo contratto per poter tornare alla WWE e, da quando aveva annunciato alla compagnia le sue intenzioni, non si era presentato agli eventi live, compreso il PPV Sacrifice.

Nel corso dell'ultima settimana si sono susseguite diverse voci che Alex Shelley avesse rifiutato un contratto con la TNA e stesse cercando di andare in WWE anche lui. Tuttavia, queste sono voci di corridoio e non trovano attualmente conferma da nessuna fonte. Shelley non è nemmeno citato nei fascicoli legali della TNA.

Nella giornata di oggi è stata quindi istituita un'ingiunzione nei confronti della WWE e di Wittenstein, chiedendo che sia restituito qualsiasi materiale confidenziale che Wittenstein abbia trattenuto dal periodo in cui ha lavorato per la TNA. È stato specificamente chiesto loro di non distruggere alcuna parte del materiale.

A quanto pare è stata già fissata al mese prossimo un'udienza riguardante il caso.

Forniremo ulteriori aggiornamenti non appena saranno disponibili ulteriori informazioni riguardanti questa vicenda.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
14,815FansLike
2,615FollowersFollow

Ultime Notizie

Confermato il ritorno di Eva Marie in WWE

Dopo le anticipazioni di Cultaholic, anche il noto giornalista Mike Kohnson ha confermato come sia imminente il ritorno di Eva Marie in WWE.

Quando si svolgeranno i match del torneo AEW?

Ecco quando dovrebbero svolgersi i match del torneo AEW per stabilire il nuovo #1 contender al titolo mondiale.

La WWE utilizzerà il ThunderDome anche per il mese di novembre

La WWE utilizzerà il ThunderDome anche per tutto il mese di novembre. Questo comporta un rinnovo di contrato con l'Amway Center.

Damien Sandow: “I Wrestler andrebbero testati ogni settimana”

Intervista a Damien Sandow, che ha parlato delle sue precauzioni per il COVID e di come i lottatori dovrebbero essere testati periodicamente

Articoli Correlati