“The Rolling Stone” parla di Monday Night Raw

Kenny Herzog, della celebre rivista “The Rolling Stone” ha scritto una recensione dell'ultima puntata di Monday Night Raw e delle ultime vicende in casa WWE. Di seguito le parti salienti:

“Dopo Survivor Series, sembrava chiaro che la WWE avesse messo insieme la sua coalizione di Superstar che avrebbero sostituito Roman Reings nella scalata al top della federazione. Con John Cena come capo spirituale, il ritorno di Ryback, un Dolph Ziggler carico d'energia e un ridisegnato (leggermente) Erick Rowan, che venivano presentati come i difensori della giustizia. Ed ha funzionato. Poi, sono stati “licenziati”. Poi sono scomparsi e poi ancora, ritornati. In seguito, hanno iniziato a perdere (o, nel caso di Ryback, subire atti di bullismo). Così, i loro “pop” hanno iniziato a diminuire.

La reazione della folla di Columbus, Ohio, nei confronti di Ryback è stata di poco superiore all'indifferenza (forse perchè sapevano che di li a poco sarebbe arrivata una squalifica, inevitabile, ed ammazza-interesse). Rowan ha praticamente fatto un cameo e Ziggler ha dovuto spartirsi la stima del pubblico con Bray Wyatt nel loro rematch (che peraltro, Ziggler ha perso pulito, proprio come l'ultima volta). A questo punto, bisogna chiedersi: se Raw non avesse ammazzato l'interesse verso molti dei preferiti dal pubblico nell'ultimo mese, ci sarebbe meno odio nei confronti di Roman Reings?”

Dario Rondanini
Grandissimo appassionato di wrestling che segue dal 2003, grazie a Tuttowrestling ha avuto la possibilità di vedere dal vivo diversi show WWE e non. Si occupa dei report di Impact Wrestling, ma dà una mano un po' ovunque, anche con editoriali, podcast e news.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati