Summerslam: I match più belli della storia

A partire dalla seconda metà degli anni '80 la WWE si prese il titolo di compagnia di Wrestling più prestigiosa del pianeta grazie alla creazione di quattro eventi in Pay Per View: Wrestlemania, Royal Rumble, Survivor Series e Summerslam. Ultimo dei “big four” a vedere la luce fu proprio lo show estivo, arrivato nelle piattaforme televisive nell'anno di grazia 1988. Da lì, anche per la particolare collocazione in calendario, ha sempre ricevuto particolare attenzione da parte della federazione, sempre pronta a investire su camei, nuove stipulazioni e incontri di altissimo livello.

Summerslam, nonostante fosse l'ultimo arrivato in ordine di tempo, è diventato quindi in pochissime edizioni l'evento estivo più importante della WWE e secondo solo a Wrestlemania per prestigio. In più ha “ospitato” alcuni dei match che hanno contribuito a creare la leggenda di questo sport e a favorirne la sua diffusione a livello globale.
La prima edizione ufficiale si svolse nella suggestiva cornice del Madison Square Garden di New York e vide come match principale l'incontro di coppia fra quattro delle leggende di questo sport: da una parte i Mega Powers formati da Savage e Hulk Hogan. Dall'altra i Mega Bucks, ovvero Ted Di Biase e André The Giant. Una partenza col botto e che portò a risultati incredibili dal punto di vista televisivo: oltre quattrocentomila persone pagarono per vedere l'evento, appena ottantacinquemila in meno del ben più tradizionale Wrestlemania.

Quattro anni dopo lo show varcò i confini statunitensi per sbarcare al Wembley Stadium di Londra. In una cornice di pubblico incredibile si disputò come evento principale l'incontro valido per il titolo Intercontinentale. Sul ring due dei migliori wrestler della storia, ovvero Bret “Hitman” Hart e The British Bulldog. A vincere dopo una battaglia senza esclusione di colpi fu proprio il padrone di casa.

Sempre per il titolo Intercontinentale si sfidarono nell'edizione 1998 di SummerSlam The Rock e Triple H, due degli atleti simbolo che hanno contribuito alla diffusione globale del wrestling a inizio millennio. Fu un match estremamente avvincente e ingiustamente sottovalutato. In quegli anni i due erano in forte ascesa (The Rock appena due anni dopo iniziò la sua carriera da attore) verso i livelli da main event e diedero vita a una sfida a colpi di sedia rimasta nella leggenda e, per intensità e spettacolo, seconda solo allo show tra Shawn Michaels e Razor Ramon di Wrestlemania X.

Due anni dopo, con la WWE arrivata sugli schermi di quasi tutti i Paesi del mondo, furono i ladder e TLC match a prendersi la ribalta. Uno dei più bei match con questa stipulazione fu proprio quello disputatosi a Summerslam 2000 con in campo gli Hardy Boyz, Edge, Christian e i Dudley Boyz a darsele di santa ragione.

L'edizione di maggior successo di Summerslam, sia per livello degli incontri che per risposta di pubblico live e televisivo, fu quella del 2002.

https://www.youtube.com/v/2eUPuobXWNE

Gran parte del merito dell'exploit va ai due protagonisti del main event: Shawn Michales e Triple H. Tornato nello show estivo a quattro anni di distanza dall'ultima indimenticabile apparizione, “The Heartbreak Kid” sfidò l'ex amico in uno dei match più belli della storia di questo sport, dando il via a una rivalità che sarebbe durata per molte delle stagioni successive.

Non sono mancati grandissimi match anche in epoca più recente. Nel 2015, nonostante lo scarso successo di vendite Pay Per View, si tenne uno degli incontri più appassionanti degli ultimi anni tra John Cena e Seth Rollins. Lo scontro fu valido sia per il titolo WWE che per quello degli Stati Uniti e vide un Cena in grandissimo spolvero dare del filo da torcere a un Rollins mai apparso così in forma dopo l'uscita dallo Shield.

Nel 2017 Summerslam metteva in palio il titolo Universale detenuto da Brock Lesnar. A giocarselo lo stesso Lesnar, Braun Strowman, Roman Reigns e Samoa Joe. Nel match a quattro, dopo una sfuriata iniziale targata Strowman, fu il campione in carica a tenersi la corona, bravo e astuto a tornare sul ring dopo essere uscito in barella appena in tempo per schienare Reigns.

Carlo Di Bella
Direttore e Proprietario di Tuttowrestling.com, è stato anche uno dei primissimi staffer del sito, nel lontano 1999 ad appena 15 anni! E' riuscito nell'impresa di mostrare il nostro logo durante la Royal Rumble del 2001.
15,653FansLike
2,631FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati