SmackDown: post-show, dark match e curiosità dal MSG

La puntata di SmackDown andata agli archivi nella notte si è tenuta all’iconico Madison Square Garden di New York e, come spesso accade nelle città e nei palazzetti più importanti, la WWE ha fatto un “extra-lavoro” per soddisfare i fan accorsi (14.425, stando alla WWE).

Post-show e dark match

Per cominciare l’episodio è andato off-air sul faccia a faccia tra Roman Reigns e Finn Bálor in versione Demon. Quando la messa in onda è finita, Reigns ha lasciato il ring insieme agli Usos e ad Heyman. Bálor ha allora festeggiato col pubblico prima di essere interrotto dall’arrivo di Baron Corbin. Bálor ha steso “Happy” Corbin con un paio di Slingblade fuori ring prima di andarsene. A quel punto è arrivato Drew McIntyre per uno dei due dark match in programma proprio contro Corbin.

Il dark match tra Corbin e Mcintyre è terminato in squalifica; Corbin ha attaccato Mcintyre con una sedia dopo essere stato dominato per tutto l’incontro. È possibile che la WWE abbia scelto questo finale sporco, strano e non “ortodosso”, per fare dei tentativi con la nuova gimmik di Corbin. Dopo la squalifica, comunque, lo scozzese ha ripreso il controllo e ha colpito ripetutamente Corbin con la sedia e poi con una Claymore. L’altro dark match, nonostante le pubblicità locali avessero parlato di uno scambio tra i Mysterios e gli Street Profits, ha visto i Mysterios fare squadra con John Cena per affrontare la Bloodline. L’accoglienza, secondo PWInsider, è stata molto buona per Cena. Il match è stato vinto dal team face con lo schienamento di Cena su uno degli Usos.

Match tagliati

Sembra che altri incontri siano stati tagliati per motivi di tempo: era previsto un dark match tra Becky Lynch e Bianca Belair che però non si è tenuto. Inoltre era stata ampiamente pubblicizzata la presenza di Zelina Vega che non solo è nativa del Queens ma perse il padre proprio negli attentati dell’11 settembre 2001, dei quali oggi ricade il ventennale. Il suo incontro, in coppia con Carmella contro Toni Storm e Liv Morgan, però, pare sia stato uno dei tagliati per motivi di tempo (stando a John Pollock di POSTWrestling). Un gesto che molti hanno giudicato negativamente, soprattutto nei confronti del pubblico newyorchese e di Vega. In passato la WWE ha dedicato molti spazi a questo genere di cose, anche a Vega stessa come in un’intervista con l’allora Renee Young di tre anni fa tuttora disponibile sul canale YouTube della WWE.

Su Twitter Vega ha cercato di non far trasparire l’eventuale disappunto, nonostante avesse “arringato” i followers nei giorni precedenti. Trinidad aveva anche preparato un ring gear speciale ispirato ad uno dei suoi personaggi preferiti dei fumetti manga, ossia Itachi Uchiha della saga di Naruto.

Fuori onda

Anche durante la messa in onda dell’episodio c’è stato almeno un fuori onda riportato da PWInsider. Edge, che è sembrato molto emozionato fin dal suo ingresso. Nella pausa pubblicitaria immediatamente successiva al suo ingresso, Edge ha mostrato la sua emozione ringraziando il pubblico, mettendosi in ginocchio e baciando il tappeto con le lacrime agli occhi. Nella stessa interruzione pubblicitaria, prima dell’incontro tra Edge e Seth Rollins, Pat McAfee è salito in piedi sul tavolo di commento e ha parlato al microfono. Il suo “promo” ha riguardato la città di New York e l’11 settembre. Pare abbia definito “stro**i” i terroristi di Al Qaida responsabili degli attentati.

Nulla di altamente rilevante è successo durante le altre pause, anche se pare che in diverse di esse il Presidente della compagnia Nick Khan abbia passato del tempo a parlare con alcuni fan, anche non famosi. Precedentemente aveva avuto un incontro con i fan insieme a Stephanie McMahon in città.

Altre curiosità

Altre piccole curiosità sono arrivate dal backstage. La puntata era fortemente sentita, come evidente fin da subito dalla card e dalla presenza della stella NBA Trae Young coinvolta in un match: oltre alla presenza di Khan e di Stephanie, anche Vince era presente a SD e ha seguito la produzione di tutta la puntata dalla Gorilla Position. Altre personalità legate alla WWE erano presenti tra il pubblico, come Peter Rosenberg e l’autore Keith Elliot Greenberg o nel backstage. Quest’ultimo, però, è stato messo sotto stretto regime di vigilanza e non erano ammessi inviti a visitatori. Inoltre pare fossero presenti molti più lottatori di quelli poi effettivamente impiegati.

È circolato molto sul web un video degli Usos che hanno mostrato il pacchetto regalo fatto trovare dai responsabili del Madison Square Garden ai lottatori, con dentro dei gadget griffati per ricordare il ritorno al palazzetto. Infine è stata fatta notare, di nuovo dal PWInsider, la presenza di alcuni lottatori esterni al roster. Aaron Rourke, della WrestlePro, era uno dei paramedici che ha soccorso Edge dopo il match con Rollins. Mentre erano presenti anche KM (Kevin Matthews), andato via da IMPACT nel 2019 in polemica sui compensi dei lottatori, e i Tate Twins, ex Campioni di Coppia in Ohio Valley Wrestling dove sono attualmente sotto contratto ma apparsi lo scorso maggio in un episodio di Dark: Elevation.

Daniele La Spina
Una mattina ho visto The Undertaker lanciare Brock Lesnar contro la scenografia dello stage. Difficile non rimanere incollato. Per Tuttowrestling: SmackDown reporter, co-redattore del WWE Planet, co-presentatore del TW2Night!. Altrove telecronista di volley, calcio, pallacanestro, pallavolo e motori.
15,941FansLike
2,597FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati