Shane McMahon è in causa con una società di marijuana

Shane McMahon ha fatto notizia ultimamente per motivi non legati alla WWE. Il New York Daily News ha riportato che Shane McMahon ha scelto di ricorrere alle vie legali lo scorso anno contro il proprietario della EviroGrow, una compagnia che si occupa di coltivazione di marijuana che si trova in Connecticut. Shane avrebbe investito 500.000$ nella compagnia nel 2015.

La storia è venuta fuori perché alcuni membri dell'amministrazione di Donald Trump sono ferrei nel non voler legalizzare il commercio di marijuana a scopi medici. Questo si lega al fatto che Shane sia il figlio di Linda McMahon, che si occupa dell'amministrazione delle piccole società sotto Trump.

Joseph Palmieri ha fondato la EviroGrow nel 2012 per vendere dei moduli che aiutano la crescita di marijuana negli stati in cui questa è legale. La causa è stata intentata da McMahon dopo che questi si era recato nella fabbrica di produzione dell'azienda in Colorado e aver scoperto che questa era virtualmente inesistente. McMahon chiese quindi a Palmieri di restituirgli i soldi del suo investimento e la causa è stata intentata una volta che Palmieri si rifiutò di farlo. Palmieri sta respingendo le accuse e il CEO della EviroGrow Dan Williams ha recentemente dichiarato che la compagnia ha attualmente ordini in quattro stati.

Linda McMahon, contattata per commentare sulla vicenda, ha rifiutato di rispondere alle domande che le sono stari rivolte.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
14,978FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati