Seth Rollins parla di futuro, di ring name e altro

Seth Rollins ha parlato al Fayetteville Observer per promuovere i tapings di SmackDown che si terranno nella città. I punti salienti sono stati:

Una cosa che gli spettatori non vedono, ma che tu volessi che vedessero?“La cosa che secondo me è più sotto traccia e sottovalutata è che il wrestling è una vera forma d'arte. E' un mezzo super interattivo ed unico per raccontare una storia. Una parte è predeterminata, una parte è improvvisata. La preparazione di ciò che facciamo è molto lunga. La gente che lavora dietro le quinte e non si prende mai un po' di merito è fantastica. Lavorano durissimo, senza pause, senza off-season.”

Che cosa fai un'ora prima di entrare in scena?“Se è un match, sono sempre molto concentrato. Ripasso le mosse nella mia testa e come voglio realizzarle. Quando devo tenere un promo, ripasso le parole che voglio usare o le idee che voglio far capire. Mi immagino l'onda di emozioni che voglio far provare alla folla.”

Il tuo vero nome è Colby Lopez. Dimmi qualcosa sul tuo ring name, Seth Rollins.“Seth Rollins è un po' un'ode ad un mio idolo, Henry Rollins, il leader di una band che mi piace, i Black Flag. Seth è solo un nome che mi piaceva.”

Cosa riserva il futuro per Seth Rollins?“Durante i prossimi due anni, punto a diventare anche migliore di quanto non fossi quest'anno, ed è un grande obiettivo, perchè il 2014 è stato l'anno migliore della mia carriera. Voglio essere 'the man'”.

Dario Rondanini
Grandissimo appassionato di wrestling che segue dal 2003, grazie a Tuttowrestling ha avuto la possibilità di vedere dal vivo diversi show WWE e non. Si occupa dei report di Impact Wrestling, ma dà una mano un po' ovunque, anche con editoriali, podcast e news.
14,974FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati