Roman Reigns su Black History Month, WM 34, Rollins

Nella giornata di ieri, Roman Reigns è stato intervistato da Chuck Carroll per il sito CBS Local Sports. Tra gli argomenti trattati vi sono il Black History Month celebrato dalla WWE e chi lo ha influenzato, cosa vuol dire far parte di una minoranza, l'imminente ritorno a PPV a brand unificati, Seth Rolling e il Gauntlet match di Raw, Wrestlemania.

Ci sono molti lottatori afro-americani e appartenenti ad altre minoranze. Chi di loro considereresti come una grande influenza nella tua vita e nella tua carriera?
Roman Reigns (RR): Direi mio padre. Non è un uomo di origine afro-americana, ma è comunque un uomo di colore. Ha avuto molta esperienza con alcuni pionieri del wrestling di origini afro-americane, tra cui Junkyard Dog. Non era un lottatore a tempo pieno ma aiutava molto con la pubblicità. E vogliamo parlare di Mr.T? E citerei anche chi è legato al mio albero genealogico, cioè Rocky Johnson, padre di The Rock.

A Washington hai avuto modo di visitare il nuovo African American Museum al National Mall. Che emozioni ti ha suscitato?
RR: “Non ne sai mai abbastanza su questi pezzi di storia e questo museo è fantastico in merito. E' un ambiente molto familiare, ci vai e non ti limiti a leggere qualcosa e non è per niente noioso. E' molto interattivo e vedere i passaggi nella linea del tempo che vengono mostrati ti fa riflettere su come siano iniziate la schiavitù e la segregazione razziale e come si arrivò al Civil Rights Movement di Dr. King. Ti ricorda che siamo un paese con grandi ideali, ma per realizzarli siamo stati coinvolti in una grande battaglia. A volte questa lotta ti lascia cicatrici, ma devi continuare a lottare e fare la cosa giusta. C'è ancora molto lavoro da fare.”

Come lottatore chi pensi possa essere celebrato in quel museo?
RR: “Partirei con Rocky Johnson e Tony Atlas. Sono due pionieri; quando hanno iniziato la loro carriera non c'erano molti lottatori afro-americani e anche questo business era più selettivo. Oggi è diverso, è più facile entrarvi per chiunque.”

Dando una opinione onesta, pensi che sia più difficile per chi fa parte di una minoranza seguire la scalata verso il successo nel wrestling? Oppure ora è più semplice entrare nella competizione?
RR: “Credo di poter essere un esempio a riguardo, potrei essere definito un uomo -multirazziale- viste le mie origini. Non credo dipenda dal colore della pelle o dal tuo background e discendenza. E' l'uomo che sei e quello in cui credi che conta e ovviamente il performer che sei. Questa è cosa che Vince McMahon vuole profondamente nel costruire i suoi talenti. E' una cosa che mi ha sempre detto fin dall'inizio -non mi importa se sei il più grande lottatore al mondo, non mi importa se al microfono sei il talento più carismatico,
ma mi importa che tu sia una brava persona e questo è tutto ciò che conta-. Quindi non importa il tuo aspetto, quanto sei grosso, il colore della tua pelle o dei tuoi capelli o dei tuoi occhi,, ma se sei un vero uomo e una brava persona.”

Elimination Chamber è l'ultimo PPV di esclusivo dello show di Raw e poi torneranno gli eventi unificati. Qual è la tua opinione su questo cambiamento?
RR: “Penso che come tutte le cose ci siano pro e contro. Aumenteranno i ritmi di lavoro e così anche il numero di pay-per-views, ma se non lotti proprio nella card dei PPV, allora che ci fai qui? Credo servirà a dare più freschezza alle storyline. Ci permetterà di continuare a incrociare le storie e avremo anche più settimane per costruirle e svilupparle al meglio.”

Lunedì hai lottato in un gauntlet match che è stato degno di un match da PPV. Nella tua personale lista di match preferiti che hai lottato a Raw come lo classificheresti?
RR: “Ho avuto tante fantastiche serate a Raw. Onestamente la mia preferita è stata quando ero a Philadelphia e ho vinto il titolo contro Sheamus anche perchè era la stessa sera del compleanno di mia figlia. Credo che gli dei del wrestling mi sorridessero quella notte. Nno credo che l'ultimo Raw sia stato una gran nottata per me, alla fine sono entrato per primo e ho perso. Ma credo sia stata una grande notte per Seth e per chiunque sia in questo business. E' fantastico ogni volta che vedi una superstar che sale di livello in quel modo e fa vedere quanto vale e Seth ci è riuscito. E' stato lì per circa 65 minuti, forse di più, che nottata per lui! Sono sicuro che lo attendono grandi cose e spero sarà così anche per me. Sono fiero di Seth, della sua etica di lavoro e per la resistenza che ha mostrato. Ti ricorda perchè lui è un altro atleta da main event.”

Wrestlemania è quasi alle porte e ci sono molte voci che vorrebbero rivedere te contro Brock Lesnar nel main event. L'ultima volta che è successo in un'edizione di questo evento,
Seth Rollins è intervenuto incassando il Money in the Bank con successo. Non hai perso in modo pulito si può dire. Come performer, dovresti stare attento a come sfrutterai questa seconda possibilità se accadrà, potrebbe rappresentare un modo per finire quella missione rimasta in sospeso nel battere Lesnar e vedere se puoi uscirne con il titolo alla vita.

RR: “Si è quello che è successo. Tutto quello che ha aggiunto carne al fuoco consisteva nel fatto che fu un match scoppiettante e con un finale inatteso. Beh, in realtà non è uno dei miei match preferiti, perchè non ha lasciato l'idea che fosse andato bene. Ma poi tornare dietro le quinte e rivederlo e analizzare il risultato, la reazione che ha avuto,
le emozioni che hanno trascinato il pubblico alla fine lo rende di sicuro uno dei miei giorni migliori in questo business. Rimane una certa ostilità quando vorresti finire il lavoro iniziato. Non solo verso Lesnar per la resa dei conti ma anche per Seth che l'ha interrotta. La chiave di tutto è essere capaci di arrivare a quel punto, fare il tuo lavoro a capitalizzare al momento opportuno. Spero di avere questa opportunità. Dovremo vedere come finirà l'Elimination Chamber domenica. Dovremo cercare di uscirne illesi e poi fare un giro a Suplex City. Sembra meglio di quanto si possa credere in realtà, fidatevi.”

14,780FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Spoiler sul ritorno di un’ex Divas Champion in WWE

Un'ex campionessa femminile, cercata dalla WWE già ad inizio anno, è prossima a fare il suo ritorno nella compagnia di Stamford.

Ivar è stato operato al collo

A causa del grave infortunio al collo subito due settimane fa, Ivar è stato costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico che lo terrà lontano dal ring per diverso tempo.

Ufficiali i primi due partecipanti del gauntlet eliminator match di NXT

La WWE ha rivelato i primi due partecipanti dell'incontro che mercoledì prossimo decreterà lo sfidante di Finn Bàlor a TakeOver.

Episodio speciale di Dynamite in onda martedì prossimo

La AEW ha annunciato una puntata speciale di Late Night Dynamite per martedì 22 settembre, rivelando anche i tre match della card.

Articoli Correlati