Rhea Ripley: “WrestleMania è stata frustrante”

Intervistata da Samoa Joe per lo show di quest’ultimo, Grit And Glory, Rhea Ripley ha riflettuto sulla sua carriera, svelando alcuni dei suoi punti deboli e momenti difficili con i quali si è dovuta confrontare durante il suo percorso.

The Nightmare ha confessato che “è difficile descrivere quello che ho fatto in questi anni, sono venuta in America a 20 da Adelaide, è pazzesco” e che non vedere la famiglia da molto tempo è “difficile da mandare giù, perchè pensavo sempre che farcela qui mi avrebbe allontanato dalla mia famiglia, quando loro dormono io sono sveglia e viceversa, quindi è difficile non averli con me.”

Rhea ha spiegato perchè Rey Mysterio è uno dei suoi punti di riferimento: “Avevo il suo poster in camera e cercavo di vestirmi come lui, a causa della sua statura ha dovuto superare più ostacoli del normale e anche grazie a lui ho continuato a guardare il wrestling fino ad essere qui adesso”

“WrestleMania è stata frustrante, devo ammetterlo, ero molto delusa. Più che non avere nessuno tra il pubblico, mi ha intristito che la mia famiglia non potesse venire a vedermi ed essere parte di quel momento, ma allo stesso tempo è WrestleMania, ho sempre voluto esserci e sapere che comunque avevo supporto da lontano mi ha aiutato.”

15,652FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati