Prime dichiarazioni di Seth Rollins dopo l'infortunio

Ecco le prime dichiarazioni di Seth Rollins, intervistato da WWE.com, dopo l'infortunio che lo ha costretto a rendere vacante il titolo WWE:


Tutto sommato credo di stare abbastanza bene. Fisicamente il ginocchio non mi fa male. C'è una cosa che nessuno capisce o conosce, visto che tutti mi fanno la stessa domanda, ovvero “Quanto dolore senti al ginocchio?”. I legamenti non hanno terminazioni nervose, cosa buona per certi aspetti e cattiva per altri, ma grazie a questo io non sento alcun dolore, soltanto molta instabilità nella capsula del ginocchio. Ecco perchè sto facendo un sacco di lavoro di compressione per ridurre il gonfiore e cose del genere.
Emotivamente… potrebbe andare meglio. Ovviamente non è una bel periodo quello in cui mi trovo, sto solo aspettando di farmi operare (ha poi aggiunto che l'operazione avverrà martedì in Alabama – ndr) e star meglio giorno dopo giorno.

(le modalità dell'infortunio)

Dunque, eravamo a Dublino per la prima notte del tour, ed ero nel main event. Era previsto che facessi qualcosa che ho fatto un milione di altre volte, ovvero scavalcare il mio avversario che si trovava sulla seconda corda. Sono atterrato dietro di lui e l'ho afferrato per la powerbomb. E non so per quale ragione sono atterrato sul mio piede destro, anziché su entrambi i piedi, dunque il mio ginocchio ha ceduto. Se avete visto il video, sembra molto evidente e doloroso. Ma io non l'ho sentito così, ho semplicemente sentito il ginocchio che si è dislocato, e poi è tornato nella sua posizione. Quindi, mi sono rialzato e sono andato sotto il mio avversario, mi sono assicurato che i miei piedi fossero stabili e ho eseguito la powerbomb. Poi, mi sono fatto una auto-valutazione rapida per capire cosa stesse succedendo. Ho capito che il mio ginocchio era instabile e ho sentito come se stesse ruotando, non mi sembrava di riuscire a controllarne i movimenti. Sono stato comunque in grado di muovermi abbastanza per finire il match, eseguire il pedigree e vincere. In seguito, mi sono sdraiato lì e ho cercato di capire cosa stesse succedendo. Non sentivo molto dolore, semplicemente sentivo che il mio ginocchio non andava bene. Non avevo idea dell'entità dell'infortunio fino al mattino successivo, quando ho fatto la risonanza magnetica

(ancora in merito all'infortunio)

E' uno di quegli infortuni che effettivamente in parte sono fortuiti, ma parlando con un mio amico fisioterapista che forse mi darà una mano con la riabilitazione, lui ha chiamato tutto ciò un “incidente complesso”, ovvero un qualcosa che è arrivato a causa di tanti fattori, non semplicemente questo incidente fortuito. E' dunque frutto anche del fatto che ho lavorato duramente ed a lungo per ottenere ciò che ho ottenuto.

(circa l'intervento)

Lunedì andrò a Birmingham, in Alabama, per una visita, e martedì il Dottor Douglas eseguirà l'intervento, che è praticamente la ricostruzione del mio ginocchio. Poi inizierà il viaggio, e cominceremo a “ricostruire la macchina”

(circa la riabilitazione)
Oggigiorno la riabilitazione inizia la settimana stessa dell'intervento. Si lavora sui movimenti con delle macchine, si applica il ghiaccio per far passare l'infiammazione. Farò ciò che posso, prendendo ovviamente delle precauzioni. Vedremo il da farsi. Bisogna ascoltare il proprio corpo e vedere cosa può darti, ma il più presto possibile spero di ricominciare a muovermi

(circa la necessità di rendere vacante il titolo)

Negli ultimi sette mesi ho lasciato il segno sul quel titolo, il mio titolo. Ho difeso la mia corona contro tutti, òetteralmente tutti quelli che si son messi sulla mia strada e sempre con successo. Rendere il titolo vacante così non mi mette alcun tipo di apprensione o timore nei confronti del nuovo campione alle series. Chiunque uscirà dalle Series con quella cintura, sappia per quanto mi riguarda di essere un campione a interim, uno che terrà in caldo la cintura fino a quando non tornerò. Potrà godersela finchè vuole, ma rimango io il migliore e non ho mai perso il titolo. Ecco perchè quando tornerò ho intenzione di riprendere esattamente dal punto in cui mi sono temporaneamente fermato.

(infine una ringraziamento al WWE Universe)

Sapete, per qualcuno che normalmente viene odiato come me, è una sorpresa la quantità di affetto che ho ricevuto da tutti i fan del WWE Universe. Tutti gli auguri di pronta guarigione e, in generale, la preoccupazione che tutti hanno avuto per me come persona e come wrestler. Non lo faccio spesso, ma voglio ringraziarli tutti: il loro supporto significa tanto per me, e in questa lunga strada verso la guarigione mi aiuta mentalmente a tornare dove ero fino a poco tempo fa. E' molto interessante vedere quanto velocemente il pensiero della gente può cambiare quando succedono cose come questa, e questo la dice lunga sulle reazioni delle persone. Tornerò più forte e migliore rispetto a come ero prima. E' una promessa, non avete ancora visto nulla!

15,657FansLike
2,635FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati