Paul London parla a 360° dei suoi colleghi e della WWE

Paul London in un'intervista rilasciata di recente ad un'emittente radiofonica si è espresso a 360° sulla WWE e sui colleghi incontrati e affrontati proprio nella federazione di Stamford, rilasciando commenti piuttosto interessanti e in qualche caso anche velenosi.

Nell'intervista London ha parole di fuoco per Billy Kidman (“non lo sopporto come persona, ma mi piaceva come wrestler nella WCW quando pesava 50 chili meno”), Bubba Ray Dudley (“un bastardo”) e Matt Hardy (“un codardo, non vale niente”), mentre salva D-Von Dudley (“un piacere lavorare con lui”), Rob Van Dam (“l'avversario dei miei sogni, è una grande persona, non solamente un grande wrestler”) e l'ex tag team partner Brian Kendrick (“sono felicissimo per quanto sta facendo a Smackdown”).

Inoltre London ha rivelato che sarebbe stato impossibile non ridere durante il segmento della morte di Vince McMahon (molti ritengono che la sua caduta libera nella WWE sia dovuta al fatto che fu beccato a ridere a Raw durante l'angle del decesso di Vinnie Mac), ed ha definito “ridicolo” il fatto che Evan Bourne possa usare liberamente la Shooting Star Press, mentre a lui come ad altri era stato impedito.

Infine l'ex campione di coppia WWE ha detto di non essere rimasto sorpreso dal licenziamento (“ero più sorpreso dal fatto che mi pagassero ancora”), ed ha eletto un match contro Jeff Hardy in un house show in Messico come il miglior incontro da lui mai combattuto nella compagnia.

Source: Gerweck.net

15,941FansLike
2,591FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati