Nuovi licenziamenti in WWE

La notizia era nell’aria e purtroppo si è confermata essere veritiera, altri wrestler sono stati licenziati dalla WWE.

I nomi sono i seguenti: Fandango, Matt Martel e Chase Parker degli Ever-Rise, Tony Nese, Ariya Daivari, Tyler Breeze, i Singh Brothers, Marina Shafir, Arturo Ruas, Curt Stallion, Killian Dain ed August Grey.

Fandango è il nome più importante, avendo avuto una ormai lunga carriera in WWE che lo ha visto anche battere Chris Jericho a WrestleMania 29 e diventare molto popolare, seppur per poco tempo. Tra i suoi highlights anche il titolo di coppia di NXT insieme a Tyler Breeze, altro licenziato che aveva fatto molto bene con la gimmick iniziale da “modello”, ma si era poi perso nel main roster.


Ex campione anche Nese, che vinse il titolo Cruiserweight e saluta insieme a Daivari, uno dei suoi sfidanti in un regno che non impressionò.
Martel e Parker lasciano nonostante sembrassero aver trovato una loro collocazione in quel di NXT. Anche il rilascio di Grey è abbastanza strano, in quanto aveva firmato meno di un anno fa e stanotte combatte nel main event di 205 Live.
Parte di 205 Live anche i fratelli Singh, noti più che altro per aver aiutato Jinder Mahal durante il lungo regno da campione WWE nel 2017, e Curt Stallion. Ruas e Shafir non apparivano da molto tempo.

Saluta anche Killian Dain, nonostante un tag team divertente con Drake Maverick che aveva riscosso consensi e la nuova gimmick della moglie Nikki Cross a Raw. Proprio Nikki è ora l’ultimo baluardo della stable SAnitY in WWE.

Sembra che potrebbero esserci nuove aggiunte all’indesiderata lista dei licenziati.

15,941FansLike
2,591FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati