MVP difende l’uso degli Zombie a Wrestlemania Backlash

Il lumberjack match con gli Zombie è stato senza dubbio il momento meno apprezzato e maggiormente criticato dai fan di tutto il Pay per View Wrestlemania Backlash.

Diversi fan, infatti, hanno infatti giudicato in modo estremamente negativo l’incontro. Nei fatti, il match è stato considerato solo uno spot al film “Army of the Dead”, principale sponsor dell’evento. Il New York Post, parlando del Pay per View, ha addirittura definito il match come “uno dei momenti più tristi di sempre della WWE”.

A “difesa” di questa scelta della WWE è intervenuto MVP, che non soltanto ha come detto difeso a spada tratta questo segmento, ma addirittura ha “scomodato” un paragone a dir poco importante, parlando di una vera e propria leggenda come Undertaker.

Anche Undertaker era un non-morto

Ecco i tweet di MVP sull’argomento:

Penso che gli zombie nel wrestling sono stuuuupidi!

Ma anche….

Undertaker è il migliore!!

MVP dunque, ironizza sul fatto che anche un personaggio leggendario e apprezzato da tutti come Undertaker ha interpretato per anni e anni nella sua gimmick il ruolo di un personaggio sostanzialmente non-morto, in tutto e per tutto paragonabile, secondo lui, agli Zombie che abbiamo visto domenica sera. Un concetto che lo stesso MVP ha ulteriormente chiarito in un altro tweet, dove risponde all’accusa di difendere a prescindere l’operato del suo capo:

So che sei obbligato a difendere questa idiozia perchè è ideata dal tuo boss, ma andiamo! Non stai davvero paragonando The Miz mangiato dagli Zombie con uno dei più grandi wrestler di tutti i tempi.

Non sono obbligato a difendere nulla. Sottolineo soltanto questa ridicola ipocrisia. Taker non mangiava le persone. Ma era una sorta di NON MORTO. Poteva teletrasportarsi e lanciare fulmini. E’ stato sepolto vivo. Ma no, non mangiava le persone. E’ davvero troppo incredibile.

“Ci piacciono gli zombie fondati sul realismo !!!” Lol questo è il punto

Sostanzialmente

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,686FansLike
2,621FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati