Michelle McCool parla di Tara e Layla

Dopo aver parlato di Natalya in un'intervista, Michelle McCool è stata nuovamente intervistata. Stavolta, l'ex Diva della WWE ha parlato di Tara e Layla.

Tara: “Non so davvero dove cominciare a parlare di lei! Posso a malapena dire il suo nome prima di scoppiare a ridere follemente – questa ragazza è pazza! È sicuramente nella lista di Tommy Dreamer delle “dieci persone più pazze”, forse anche delle prime cinque o addirittura la prima, non ne sono sicura! Lasciate che vi dica che questo è un traguardo! È una pazza! Non c'è un momento noioso insieme a lei”.

Sorelle in viaggio: “Ho viaggiato con lei moltissimo – io, Torrie [Wilson] e Lisa [Marie Varon, vero nome di Tara/Victoria – ndr]. Abbiamo davvero tante storie da raccontare: dall'andare nella città sbagliata agli hot dog negli autogrill, dal lasciare la porta della mia stanza d'albergo aperta in un hotel piuttosto sinistro alle persone che venivano nel nostro spogliatoio e… lasciate stare! Non posso raccontarvi di questo!”

Banane e genitali maschili: “La mia storia preferita. Sapete, noi abbiamo sempre uno di quegli stupidi costumi di Halloween, sappiamo che finiremo sempre in qualche tipo di costume per Halloween. Non c'è mai eccezione e solitamente non ci dicono nulla fino alla settimana prima, per cui normalmente quando siamo in viaggio ci divertiamo a comprare costumi. Penso che fosse durante l'anno in cui lei si travestì da lottatore di sumo – tutti se lo ricordano! Ma eravamo ad un centro commerciale ed io vidi questo costume ed era un… gigantesco… organo… genitale… maschile. Era enorme. Mi venne un'idea folle: più lo guardavo e più pensavo a Lisa. Mi ricordo di averle inviato un messaggio dicendo: 'Ti sfido a mettere questo!'. Lei disse: 'OMG, lo farò assolutamente!'. Così lo comprai, lo portai alle registrazioni televisive e facemmo una prova quel pomeriggio. No, un momento! Era l'anno in cui si travestì da banana! Quindi, andammo a queste prove senza dire niente a nessuno e, giusto prima che dovessimo uscire, lei si mette questo costume da organo genitale maschile e… mi bagnai letteralmente. Era la cosa più divertente che io avessi mai visto. La faccia del boss, le facce dei ragazzi. Inutile che vi dica che non avremmo nemmeno dovuto fare la prova, perché era tutto inutile dopo che lei uscì con indosso quello. E le dissero anche che avrebbe fatto meglio a non uscire con quel costume più tardi. Per cui, alla fine venne fuori con il costume da banana – che era grande lo stesso. Lei semplicemente vive per far ridere la gente”.

Lottando nell'ultimo match in WWE di Lisa: “La gente mi chiede sempre cosa le bisbigliai alla fine del match ed io sono sempre stata sorpresa di non essere finita nei guai se apparentemente tutti mi hanno visto bisbigliarle all'orecchio – che non è una cosa buona. Tuttavia, io mi ricordo di averle detto: “Sorella, ti voglio tanto bene e non potrò mai ringraziarti abbastanza”. È stato semplicemente un onore. Lei è assolutamente una leggenda nel business del wrestling – e nella sua mentalità, lei vi dirà esattamente questo! Sto scherzando, dico questo con tutto il bene che le voglio. Avemmo un incontro con la produzione quel giorno e mi ricordo che io mi alzai e dissi: 'Nel business sei fortunato se incontri al massimo un paio di veri buoni amici. Ma il fatto che tu piaccia a tutti… non si è mai sentito”. Era esattamente il caso di Lisa: era amica di tutti. E non sto parlando solo delle Superstar e delle Divas: dalla troupe agli addetti al ring a quelli del catering, lei conosceva tutti per nome ed era loro amica. È solo una delle cose che lasciano comprendere il suo carattere”.

Amiche per sempre: “Appena ieri ho ricevuto un messaggio da Lisa che mi ha fatto morire dal ridere. Lei mi fa sempre ridere. È incredibile e sai di aver trovato una gemma quando riesci a trovare qualcuno come lei. Lei tira fuori il meglio dalla vita, vive la vita al massimo, sorride sempre, è sempre eccentrica – illumina la stanza ed illumina l'umore. Ovviamente è una grande wrestler, ma più di quello è la sua personalità a brillare. È pazza nel migliore, più fantastico dei modi… sempre”.


Layla e la formazione delle LayCool: “È semplicemente successo. Misero casualmente me e Layla insieme in alcuni match ed eravamo buone amiche in quel momento, ma non eravamo nemmeno lontanamente vicine come finimmo per esserlo prima che io me ne andassi. Quando uscivamo per il nostro match, Vince vedeva qualcosa che gli piaceva molto. Gli piaceva la dinamica di noi insieme e fu semplicemente quello. Per quanto riguarda il nome, era quel periodo in cui i media univano i nomi di tutti insieme, ad esempio con Brangelina. Per cui pensammo: perché no? Siamo forti esattamente quanto queste altre celebrità, o così pensavamo tra noi ovviamente, per cui dicemmo 'inventiamoci qualcosa!'. Dividemmo i nostri nomi a metà, ideammo una serie di combinazioni diverse e alla fine decidemmo per LayCool”.

La chimica delle LayCool: “Dunque, continuarono a metterci sugli schermi insieme ed in qualche modo immagino che ognuno di noi abbia una connessione speciale con alcune persone; noi semplicemente ci alimentavamo a vicenda. Non potevamo essere più diverse: lei era questa piccola adorabile scheggia graziosa, piena di energia, buffa oltremodo – e poi c'ero io: questa amazzone, questo personaggio più serio e più atletico. Era la classica unione in cui gli opposti si attraggono. Non ho le parole per spiegare quanto sono felice che ci abbiano messe insieme; non sono perché si è costruito questo character, ma soprattutto per questo legame – per quest'amicizia”.

Crescere insieme: “Quando ci misero insieme, lei aveva appena finito di ballare in ECW con Kelly e Brooke e non sapeva fare molto nel ring. Tutti voi sapere quanto è cresciuta come atleta in-ring. È cresciuta, entrambe lo abbiamo fatto. Le do tutta la gloria del mondo per avermi aiutata con il mio character e le mie abilità al microfono e tutti i nostri promo. Le sono così grata”.

Animosità nel backstage: “Il backstage può essere un ambiente piuttosto stressante, ci sono molti sentimenti coinvolti quando delle ragazze lavorano insieme, soprattutto quando combattono per ottenere delle storyline. Il nostro character era già controverso dall'inizio, per cui fu un argomento piuttosto sensibile. Non sapevamo mai cosa ci avrebbero dato, dei sentimenti sarebbero stati feriti – ovviamente, non volevamo ferire i sentimenti di nessuno, ma quello era il nostro character in TV”.

L'arte imita la vita: Non so dirvi quante volte eravamo semplicemente sedute nel backstage a fare qualcosa di stupido e poi lo utilizzavamo per costruire una storyline. Dicevamo: 'Oh! Potremmo usare questo!'. Ci davamo idee l'un l'altra e lì veniva fuori il nostro miglior lavoro. Ci davano dei punti da rispettare, non dei copioni scritti, e noi potevamo fare quello che volevamo”.

LayCool vs Piggie James: “Provavamo sempre a pensare a qualcosa che avrebbe potuto rivoltarsi contro di noi e farci apparire stupide. Sapete, ci siedevamo e iniziavamo a fare mente locale – ma qualcuno ce lo rinfacciava! Penso che ciò che ci fece veramente emergere fu, abbastanza tristemente, la storyline di Piggie James. L'ho detto un miliardo di volte: do tutto il credito del mondo a Mickie James. Una vera professionista. Era una vera professionista nel ring, nelle prove… tantissime volte ci davano il copione e sentivo una voragine nel mio stomaco. Non volevamo dire quella roba, quindi ci scusavamo prima. Ma lei sopportava sempre – e so che era difficile. Anche se quelle cose non sono vere, ovviamente, lei è bellissima e non sovrappeso in nessuna piega dell'immaginazione. Ma nonostante tutte quelle cose: tutti noi abbiamo dei sentimenti. Fu molto duro, ma a Vince piaceva molto, ai writer piaceva molto – e tutto ciò fu grazie a lei. Non penso che chiunque altre avrebbe accettato di farlo. Tutto il credito del mondo va a lei”.

L'ultimo match: “Il mio ultimo match; andare là fuori contro di lei in un Loser Leaves Town. Non avrei voluto farlo, in quel momento, con nessun'altra. Fu difficile! Ti siedi qui e provi ad essere seria, ma ci sono tutte queste emozioni che sono pronte a venire fuori. Pensavo: 'Mamma mia, questo è il mio ultimo match. Eccomi con la mia migliore amica'. Fu dura. Ma fu assolutamente un giorno che non dimenticherò mai”.

Una vita di Layla: “Lei è semplicemente divertente. È sempre allegra, è pazza – lei sarebbe la prima a dirvi che io sarei la prima a dirle che è completamente folle la metà del tempo. Ma ecco perché le voglio così bene. Lei è sempre stata chi è, io sono sempre stata chi sono. Ci siamo semplicemente legate. Non c'è nulla che non farei per quella ragazza. Siamo ancora care amiche ad oggi ed è un'amicizia che io posso dire onestamente che durerà una vita. Le auguro il meglio del meglio. Continuate tutti a tifare per lei perché lei si merita ogni stilla di questo”.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,038FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati