Le condizioni di Orange Cassidy dopo Dynamite

Nonostante il duro colpo preso a Dynamite nel match contro Pac, che ha costretto ad un finale più rapido e tagliato, Orange Cassidy sembrerebbe star bene e non aver riportato grosse conseguenze.

Fonti interne alla AEW riportano – stando a Fightful – che il lottatore sia ok dopo essere passato ovviamente sotto il controllo dei medici della federazione ieri sera. La AEW ha dapprima chiamato un finale anticipato e poi accorciato la durata per preservare le condizioni di Cassidy. Il wrestler non è stato infatti rimosso dal main event di Double or Nothing, come evidente dagli annunci successivi e poi sui social della compagnia.

Nell’incontro con Pac, Cassidy è rimasto visibilmente tramortito, probabilmente da un Superkick del suo avversario legittimamente andato a segno. La situazione è stata fin da subito evidente: Pac ha eseguito una Sit-Out Powerbomb subito dopo il Superkick ma è evidente dalla sua reazione che si è reso conto eseguendola che Cassidy non fosse più “presente”. Evidente anche la preoccupazione di Aubrey Edwards. Subito dopo Pac ha spinto fuori dal ring Cassidy e Dynamite ha anticipato di un paio di minuti la messa in onda della pubblicità in modalità picture in picture.

Stando a Mike Johnson del PWInsider – che erroneamente parla di Sunset Flip Powerbomb – sfruttando al pausa i producer hanno chiamato la fine dell’incontro, tagliando il match. Nel colloquio con Edwards fuori dal ring, invece, Cassidy che si è detto in grado di proseguire. Com’è stato evidente, tuttavia, il Freshly Squeezed ha poi subito solo rest holds e manovre conservative e “di riposo” per il resto del match, senza riuscire davvero a portare avanti l’incontro o ad incassare colpi. A quel punto nel backstage si è deciso, di mandare fuori Don Callis e Kenny Omega per l’interferenza finale che ha causato il no-contest.

Sempre secondo Fightful, il match di DoN sarebbe comunque dovuto essere un Tree-Way per il Titolo Mondiale. Tuttavia il finale con l’intervento di Omega non era previsto e dunque non è stato anticipato come previsto da molti. Al contrario era previsto che la sfida finisse in un pareggio per limiti di tempo (20 minuti). Come scritto sopra, l’iniziativa è stata presa per evitare che Cassidy dovesse saltare l’evento per infortunio, con la decisione di intervenire avvenuta a 13 minuti. Oltre al generico “sta bene”, non ci sono al momento ulteriori dettagli sulle condizioni di Cassidy. Restate sintonizzati sulla nostra newsboard.

Daniele La Spina
Una mattina ho visto The Undertaker lanciare Brock Lesnar contro la scenografia dello stage. Difficile non rimanere incollato. Per Tuttowrestling: SmackDown reporter, co-redattore del WWE Planet, co-presentatore del TW2Night!. Altrove telecronista di volley, calcio, pallacanestro, pallavolo e motori.
15,690FansLike
2,630FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati