La WWE pubblica i risultati finanziari del trimestre

Come di consueto, la WWE ha pubblicato i risultati finanziari del primo trimestre del 2021. La Compagnia ha annunciato un calo del fatturato del 9% rispetto all’anno scorso. E’ ovviamente da sottolineare come il primo trimestre del 2020 fosse sostanzialmente precedente alla pandemia ed i relativi problemi. Ecco il testo del comunicato:

Il comunicato della compagnia

Il fatturato è stato di $ 263,5 milioni, una diminuzione del 9%, ovvero $ 27,5 milioni. Il dato riflette l’assenza di eventi dal vivo (e relativa mancata vendita dei biglietti, ovviamente) e un evento internazionale su larga scala (ovvio riferimento all’Arabia Saudita -ndr), parzialmente compensato dal riconoscimento delle prime entrate dovute alla cessione di alcuni diritti di proprietà intellettuale del WWE Network (e qui il riferimento è logicamente all’accordo con Peacock -ndr)

Le entrate sono state pari $ 65,1 milioni, con un aumento del 22% o $ 11,8 milioni,

L’OIBDA1 rettificato è stato di $ 83,9 milioni, con un incremento del 9% o $ 6,6 milioni

Il WWE Network è stato lanciato su Peacock, il servizio di streaming della NBCU, negli Stati Uniti il ​​18 marzo, ampliando la portata della piattaforma ai contenuti premium della WWE, inclusi pay-per-view live, serie originali e spettacoli in-ring.

La WWE ha trasferito Raw e SmackDown allo Yuengling Center di Tampa Bay (dal 12 aprile) e ha continuato a offrire ai fan una spettacolare esperienza interattiva, il WWE ThunderDome

La WWE ha annunciato un’estensione pluriennale con USA Network per NXT, che ha spostato la messa in onda del suo spettacolo dal vivo di due ore al martedì sera (dal 13 aprile)

Le visualizzazioni di video sono state 9,4 miliardi, una diminuzione del 2%, e le ore di spettacoli visualizzati sono state 367 milioni, con un aumento del 7%, su piattaforme digitali e social.

Il ritorno del capitale agli azionisti (riacquisto di azioni e dividendi pagati) è stato pari a $ 84,2 milioni nel primo trimestre.

Il comunicato su Wrestlemania

WrestleMania si è tenuto al Raymond James Stadium di Tampa Bay, in Florida, per due notti consecutive sold out, di fronte a un totale di 51.350 fan. WrestleMania è stato il primo evento live della WWE con un pubblico a pagamento che si è svolto dall’epidemia di COVID-19 più di un anno fa. (L’annuncio, dunque, conferma i dati di affluenza precedenti, sebbene diverse voci parlino di un dato decisamente più basso -ndr).

La WWE ha stabilito un record di spettatori per la WrestleMania Week con quasi 1,1 miliardi di visualizzazioni video su piattaforme digitali e social, con un aumento del 14% rispetto all’anno precedente. Durante la settimana è stato consumato un record di quasi 32 milioni di ore di contenuti, con un aumento del 9% rispetto all’anno precedente.

“Durante il primo trimestre, abbiamo continuato a eseguire efficacemente la nostra strategia, dimostrando la nostra capacità di adattarci a un ambiente di eventi dal vivo stimolante e di espandere la portata e la monetizzazione dei nostri contenuti in un panorama mediatico in evoluzione”, ha affermato Vince McMahon, Presidente e CEO della WWE . “Il lancio di WWE Network sul servizio di streaming di NBCU, Peacock, l’estensione pluriennale per distribuire NXT su USA Network ed il successo di WrestleMania illustrano il valore duraturo e crescente del marchio WWE come base per la crescita a lungo termine”.

Kristina Salen, Chief Financial Officer della WWE, ha aggiunto: “Nel trimestre, i risultati OIBDA rettificati sono stati guidati dal riconoscimento dei ricavi derivanti dal nostro accordo Peacock. Sebbene l’OIBDA rettificato sia aumentato nel trimestre, non stiamo modificando la nostra previsione sull’OIBDA di quest’anno, data l’incertezza riguardo ai tempi e al ritmo di ritorno per il pubblico dal vivo, nonchè la nostra capacità di mettere in scena grandi eventi eventi a causa delle restrizioni COVID-19. “

La reazione della borsa

La reazione del mercato azionario è stata sostanzialmente “tranquilla”. Il titolo in borsa ha chiuso ieri in calo dell’1,22%, ma già nel premarket sta riguadagnando più del 2% al momento.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,695FansLike
2,634FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati