La TNA vorrebbe rinegoziare alcuni suoi contratti

Sembra che la TNA sia riuscita ad assicurarsi alcuni altri finanziamenti. Come già riportato in precedenza, la Aroluxe Marketing ha prestato del denaro alla compagnia in modo che questa potesse portare avanti i propri tapings televisivi. La newsletter del Wrestling Observer riporta che la TNA sta provando a rinegoziare i termini contrattuali di tutti o almeno di alcuni dei suoi talenti chiave in modo da poter controllare tutti i loro booking. Questa mossa è dovuta probabilmente al fatto che la TNA vorrebbe essere in grado di avere i propri talenti sotto contratto di esclusiva e fare in modo che ciò sia un vantaggio nelle negoziazioni per la vendita della compagnia.

Alcuni dei main eventer della compagnia vengono bookati nelle indies nel weekend. Per questo motivo EC3 e Drew Galloway sono riusciti a partecipare a EVOLVE 61 sabato sera. A quanto si dice i nuovi contratti dovrebbero garantire ingaggi maggiori. Alcuni wrestler, tuttavia, riescono a gestire molto bene le loro apparizioni nelle indies, dunque firmare un nuovo contratto di esclusiva con la TNA potrebbe non essere una decisione facile perché i nuovi contratti comporterebbero un taglio ai loro possibili booking.

Con questa mossa si spera che la TNA possa ricominciare a fare house show, se e quando la vendita della compagnia andrà a buon fine. I wrestler non sono ancora a conoscenza dello status della compagnia e una fonte all'interno della TNA ha riportato che se e quando la compagnia avrà un nuovo proprietario/investitore, tuttavia Dixie Carter e John Gaburick rimarranno comunque in carica per quanto riguarda la gestione della TNA.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
15,042FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati