La storia dietro Hornswoggle come GM anonimo di Raw

In seguito al licenziamento di Hornswoggle dopo quasi 10 anni in WWE, l'ex membro del team creativo WWE Kevin Eck ha scritto un post sul suo blog raccontando quello che accadde in uno dei segmenti più bizzarri di sempre, quello di Hornswoggle annunciato come GM anonimo di Raw.

Eck ha detto che inizialmente l'idea era quella di proporre Kevin Nash come il General Manager anonimo, mantenendo inizialmente l'identità segreta a causa del contratto che legava Nash alla TNA.

Alla fine, stando a quanto dice Eck, una delle ragioni principali dell'annuncio di Hornswoggle come il GM, fu la sensazione di aver fallito totalmente dopo averlo annunciato come figlio illegittimo di Vince McMahon.

“I piani vedevano Hornswoggle rivelare a tutti chi era veramente, dopo essersi annunciato GM”, ha scritto Eck a riguardo. “Avrebbe dovuto annunciarsi come Lou Manfredini (cognome di uno dei writer WWE), con l'accento alla W.C. Fields, sigaro in mano, rivolgendosi alle donne con il termine 'dame'.”

Lo scopo era portarlo ad essere una figura autoritaria 'heel', con Vince McMahon che aveva inizialmente dato il via libera, per poi rendersi conto che Hornswoggle non poteva funzionare come ruolo da 'cattivo', mettendo fine al segmento.”

Tiziano Contessa
Fan dal 2003, scrive per TW dal 2012. Tra news e reporter di riserva, oggi è un gran fan di NXT UK, per il quale scrive i report.
15,049FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati