La ROH annuncia il ritorno del Pure Championship

La ROH, quasi quattordici anni dopo aver ritirato il titolo, nella serata di ieri ha annunciato a sorpresa il ritorno del Pure Championship, istituito nel febbraio 2004.

La compagnia ha reso noto sul proprio sito ufficiale che il nuovo campione sarà decretato attraverso un torneo, con i match del primo round che si terranno il 10 e 11 aprile nelle due serate di ROH Pure Excellence in programma rispettivamente a Columbus e Pittsburgh. Non è stato svelato nè il numero degli atleti che parteciperanno al torneo nè quando sarà incoronato il nuovo ROH Pure Champion.

I match validi per il ROH Pure Championship in passato si lottavano osservando le seguenti due regole:

– I wrestler avevano a disposizione tre rope breaks per interrompere gli schienamenti e le sottomissioni. Una volta terminati questi tre rope breaks, le sottomissioni e gli schienamenti fatti dall'avversario sotto le corde venivano considerati legali

– I pugni erano considerati illegali, ma sul viso erano permessi sia chop che schiaffi. Al primo pugno utilizzato il wrestler avrebbe ricevuto un avvertimento e al secondo sarebbe stato penalizzato con una rope breaks. Nel caso abbia già terminato i suoi tre rope breaks, il wrestler sarebbe stato squalificato.

L'ultimo Pure Champion nella storia della compagnia è stato Bryan Danielson (Daniel Bryan), che nell'agosto 2006 affrontò e sconfisse Nigel McGuinness unificando tale titolo e il ROH World Championship, di cui era detentore. Il primo campione assoluto è stato invece AJ Styles, battendo CM Punk nella finale di un apposito torneo, mentre gli altri wrestler a detenere il Pure title furono Doug Williams, John Walters, Samoa Joe, Jay Lethal e, appunto, Nigel McGuinness.

Stefano Tateo
Classe 1997, ho iniziato a scrivere per Tuttowrestling nel maggio del 2017, ricoprendo da allora il ruolo di news reporter.
15,941FansLike
2,597FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati