John Silver: “Essere un extra in WWE non fu un’esperienza piacevole”

Intervistato dal The Angle Podcast, John Silver ha ricordato le sue brevi apparizioni in WWE ed il suo passato nelle compagnie indipendenti prima della fama in AEW.

“Non è stata una grande sensazione anche se ero felice di essere lì” ha dichiarato Silver sul suo breve passato in WWE. “Molti ti accolgono a braccia aperte, poi ci sono altri ai quali non puoi manco avvicinarti, se fai un passo ti seppelliscono. Per me è un po’ troppo, in AEW l’atmosfera è più amichevole. In WWE era sempre una tensione costante, non c’era molto di divertente eccetto mangiare il loro catering.”

“Quando io e Alex Reynolds abbiamo ricevuto la chiamata di QT Marshall non ci credevamo, eravamo contro Santana e Ortiz come ‘talenti locali’, ma dopo il match abbiamo parlato con Matt Jackson. Matt è un tipo alla mano, ci spiegò che saremmo diventati talenti locali e sarebbe stato il nostro inizio” ha ricordato Johnny Hungee parlando degli inizi in AEW prima del Dark Order, che inserì lui e Reynolds nel gruppo convincendoli che sarebbe stata la fine dei loro giorni da perdenti.

Parlando del Dark Order, Silver ha chiarito di non prendere in considerazione l’idea di un nuovo leader, perchè “c’è solo un Brodie. Qualsiasi cosa voglia Tony Khan per noi va bene, magari metteremo sotto contratto Eric Redbeard ma sarebbe un membro del gruppo come noi, non possiamo avere un nuovo leader.”

15,688FansLike
2,634FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati