Jim Johnston parla del lavoro svolto per la WWE

L'ex compositore musicale della WWE Jim Johnston è stato intervistato recentemente da Justin Barrasso di Sports Illustrated. Ecco cosa ha detto lo storico compositore:

Sul lavorare con la WWE dal 1985 fino a quando la compagnia ha fatto scadere il suo contratto nel novembre del 2017:
“C'erano alcune questioni politiche ed io non ne ero pazzo, ma presumo che me lo sarei dovuto aspettare da un ambiente aziendale. Ero parecchio deluso da come stava andando la compagnia a livello musicale. Malgrado io ritenga che ci siano dei ragazzi talentuosi, pensavo che le theme stessero diventando commerciali e monotone. Troppi wrestler avevano theme che non raccontavano la storia del personaggio, sembrava solo musica che suonava casualmente mentre il wrestler usciva fuori, piuttosto che qualcosa che raccontasse la storia di quel personaggio.

Per quanto riguarda l'insieme, ho scritto molte canzoni arrabbiate su tizi che venivano a pestarti. Penso di aver coperto quel genere. La fine ed il cambiamento (a seguito del rilascio della WWE ndr.) fu scioccante allora, ma spero che vada per il meglio per loro. Ho scritto parecchia musica da allora e sto mettendo insieme quello che sarà il prossimo capitolo della mia vita.”

Ringraziando la gente che ha apprezzato il suo lavoro e sul feedback che ha ricevuto:
“Questa cosa mi ha reso incredibilmente umile. La gente mi ha mandato lettere ed email che erano così piene di emozioni che mi hanno fatto piangere. Sono grato per ogni parola gentile.”

Sul non sentirsi un fan di wrestling:
“Solo perché John Williams ha realizzato le colonne sonore per E.T. e Star Wars questo non lo rende automaticamente un grande fan di alieni o viaggi nello spazio. Io non mi definirei come un fan di wrestling. Capisco cosa possa attirare di esso, ed in alcuni momenti mi eccitavo anch'io, ma semplicemente ho scritto musica per ciò per il quale sono stato assunto. Mi sono immedesimato in quello che stavo scrivendo.”

Davide Palmieri
Aprile del 2005, Italia 1, Fatal-4 Way Match tra JBL, Kurt Angle, Booker T e Big Show. Quest'ultimo colosso mi impressiona da subito, ed ancora di più mi impressiona che i tre nemici debbano allearsi per metterlo fuori gioco, scaraventando su un tavolo. L'inizio di un amore travagliato col wrestling che dura ancora oggi. Sono un newsboard di TuttoWrestling ed in precedenza editorialista riguardo Impact Wrestling.
15,655FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati