Jeff Jarrett vuole Hulk Hogan e The Rock nella GFW!

In un intervista col NOE Wrestling Live podcast, Jeff Jarrett ha parlato della Global Force Wrestling ed ha detto che gli piacerebbe se The Rock fosse coinvolto.
Ecco degli estratti dell'intervista:

Su quale wrestler inattivo vorrebbe in GFW: “Secondo me, non c'è neanche da pensarci. Vuoi avere uno che è di terza generazione, conosce il business in tutto e per tutto e che poi se ne va e diventa una grande attrazione al botteghino in tutto il mondo – The Rock. Voglio dire, lui è ad un livello completamente diverso. Lui è una star cinematografica, un grande atleta ed un grande wrestler. Dovresti assolutamente iniziare con lui. Voglio dire, personalmente non lo sopportavo. Abbiamo quasi fatto a pugni nel backstage diverse volte in WWE. Ma sarebbe il meglio per il business. Poi puoi tornare indietro di un paio di generazioni e dare un occhiata a grandi wrestler come Buddy Rogers, Jerry Lawler, i Von Erichs … ma devi andare con Rock. Poi, sai, Hulk Hogan. La sua storia parla da sola. Aveva l'Hulkamania e poi era di nuovo al top 15 anni dopo con l'nWo.”

Su chi gli piaccia di NXT: “Steen (Kevin Owens) è davvero bravo. Ce ne sono altri, ma lui mi piace per la strada che ha fatto per tutti questi anni. Quando arriverà nel main roster smuoverà le cose.”

Se secondo lui il wrestling è pronto ad un altro “boom”: “Non posso metterci la mano sul fuoco. Ci sono molti fattori che influiscono. Penso che l'effetto-Rock, quando avevi uno che è arrivato sulle scene durante l'Attitude Era, Rock e Stone Austin, la Monday Night War. I ragazzi che avevano 10, 12, 14 anni e che stavano guardando (il wrestling ndr.), ora hanno 28, 29, 30, 31, 32 anni e questi ragazzi stanno facendo wrestling da 4,5, 6 anni. C'era un esposizione enorme nel mainstream. Tutti stavano guardando il wrestling ed ora stiamo vedendo i residui di quel periodo. Penso anche alle fan base del wrestling che sono emerse, la ROH che è in giro da mondo come anche la TNA ed hanno i loro fan. Hai degli show TV prodotti in South Africa, in India, piccole produzioni che probabilmente non avete mai sentito nominare. Intorno a tutto il globo, il wrestling viene prodotto e penso che voi abbiate molte alternative, molti wrestler fanno molti match, ed il meglio, poco ma sicuro, arriva al top e penso che NXT sia il miglior esempio di questo oggi. Kevin Steen è un professionista da 12 anni e solo ora sta arrivando nella scena. Penso che questi siano i fattori contribuenti. Ma la prova sta nel meglio: Avete Raw, Smackdown, NXT, tutti della WWE, c'è anche la Lucha Underground, avete la AAA in Messico, avete la TNA, la ROH (New Japan) e questi sono solo alcuni dei contenuti prodotti.”

Davide Palmieri
Aprile del 2005, Italia 1, Fatal-4 Way Match tra JBL, Kurt Angle, Booker T e Big Show. Quest'ultimo colosso mi impressiona da subito, ed ancora di più mi impressiona che i tre nemici debbano allearsi per metterlo fuori gioco, scaraventando su un tavolo. L'inizio di un amore travagliato col wrestling che dura ancora oggi. Sono un newsboard di TuttoWrestling ed in precedenza editorialista riguardo Impact Wrestling.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati