JBL commenta le accuse di bullismo su Mauro Ranallo

JBL ha avuto una carriera leggendaria in WWE, una carriera che di fatto continua ancora oggi, essendo un frequente commentatore e analista degli show della compagnia. L’ex campione della WWE ha deciso di proteggere John Cena per le recenti polemiche delle sue scuse alla Cina per aver erroneamente, secondo lui, parlato di Taiwan come nazione; ha persino accusato The Undertaker di maltrattare lo stesso Cena, dopo le suddette polemiche.

Il WWE Hall of Famer è stato accusato di bullismo sull’ex commentatore di NXT Mauro Ranallo, durante il periodo in WWE di quest’ultimo. Tuttavia, JBL ha affrontato queste voci in un’intervista con Hannibal TV, dove ha fornito la sua versione dei fatti.

La versione di JBL

Abbiamo fatto questo spettacolo chiamato Bring It To The Table, e tutti dicono che è stato lì dove ho bullizzato Mauro. Beh, in quello show, prima che lo facessimo, c’erano dai tre ai cinque minuti che ci diedero per prepararci.

Ci stavamo chiedendo “Cosa possiamo fare?”. A quel punto ci hanno Hanno detto: “Ehi, c’è questo sondaggio su Internet che indica che Mauro sia l’annunciatore numero uno. Che ne dici di dire qualcosa su questo?’. Ho detto: “Sì, certo”.

Così ho iniziato lo spettacolo. Ho fatto uno sproloquio nello show su come Mauro era stato definito l’annunciatore numero uno. L’ha ritwittato e bla, bla, bla.. ero 100% nel personaggio. La gente dice che ero geloso di quel sondaggio, e che ho fatto gran parte dello show parlando dello stesso proprio per la mia gelosia. In realtà non sapevo nemmeno che il sondaggio esistesse fino a poco prima che andassimo in onda, e ho pensato che Mauro sapesse che avrei detto e fatto qualcosa in tema col mio personaggio.

Semplicemente ero il JBL che normalmente vedere davanti alla telecamera. Penso che Mauro l’abbia presa nel modo sbagliato. Spero che ora si renda conto che era qualcosa che rientrava al 100% nel personaggio. Ho visto Mauro qualche settimana dopo, nel frattempo era venuto già fuori tutto e io ero diventato il bullo della situazione. L’ho visto in piedi vicino alla sua macchina mentre parlava al telefono. Penso che fosse a New Orleans. Ad ogni modo, ho attraversato il parcheggio e lui era al telefono, quindi non potevo parlargli. Ma gli ho stretto la mano. Sono semplicemente passato, gli ho stretto la mano e lui ha detto: “Come stai, amico?”. Ho detto: “Bene, fratello”, e me ne sono andato. (Volevo) fargli sapere che non c’era nessuna cattiveria verso di lui.

Come sappiamo, Mauro Ranallo ha avuto diversi problemi legati alla depressione. Sono in molti che hanno ipotizzato che il suo addio alla WWE sia dovuto proprio all’episodio che JBL ha ricordato. LO stesso JBL è stato più volte al centro di episodi molto al limite in passato: uno dei più famosi fu l’aggressione a Blue Meanie nel corso del Pay per View ECW One Night Stand.

Andrea De Angelis
Appassionato di Wrestling da diversi anni, tra i suoi preferiti Undertaker, The Rock e Kurt Angle. Cura la sezione notizie del sito
15,941FansLike
2,608FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati