Infortunata altra superstar della TNA?

Il Presidente della TNA Dixie Carter non era presente ai terzi e ultimi tapings di Impact Wrestling tenuti a New York City la notte scorsa. A quanto pare la sua assenza sarebbe figlia di infortunio legittimo riportato per il bump dentro al tavolo ad opera di Bully Ray la notte precedente.

Una fonte ha riportato che la Carter era piuttosto malconcia, anche se Bully Ray ha fatto tutto ciò che era umanamente possibile per proteggerla. Ray ha colpito Dixie con una Sit-Down Powerbomb dentro un tavolo, spot molto simile a quello che lo stesso Bully fece con Mae Young anni fa in WWE.

Anche se il colpo subito dalla Carter era protetto, lei non è ovviamente un wrestler allenato. Uno dei wrestler ha commentato l'accaduto dicendo “Se non sei più che abituato, anche un singolo bump sembrerà come essere investiti da un auto. È ovvio che si sia fatta male. Era il primo bump subito della sua vita”.

Altre voci che si rincorrevano nel backstage parlavano anche di una possibile commozione cerebrale di Dixie, che potrebbe inoltre aver aggravato un infortunio alla schiena già preesistente. Diverse fonti all'interno della compagnia hanno garantito che quello subito dalla Carter fosse un infortunio legittimo, ma che altre pensavano si trattasse solo di un work per vendere l'infortunio. Ovviamente, anche questa è una strada possibile.

Degno di nota il fatto che molti in TNA si siano detti impressionati dal fatto che la Carter abbia messo letteralmente la sua vita in palio per la compagnia, considerando seriamente la storyline e prendendosi il suo bump.

In attesa di ulteriori aggiornamenti, sembra comunque che il bump preso dalla Carter segni la fine definitiva della storyline attuale che la coinvolgeva. È stata infatti portata fuori in barella in seguito al bump.

Lorenzo Pierleonihttps://www.tuttowrestling.com/
Dicono che sia il vicedirettore di Tuttowrestling.com ma non ci crede tanto nemmeno lui, figuriamoci gli altri. Scrive da otto anni il 5 Star Frog Splash, per un totale di oltre 200 numeri. Cosa gli abbiano fatto di male gli utenti di TW per punirli così è ancora ignoto. A marzo 2020 si ritrova senza niente da fare, inizia un podcast e lo chiama The Whole Damn Show. Così, de botto, senza senso.
14,978FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati