Hugo Savinovich: “La WWE non sa gestire i wrestler latini”

Intervenuto nel podcast del sito Wrestling Inc, lo storico ex commentatore della WWE in lingua spagnola Hugo Savinovich non ha usato mezzi termini per descrivere la gestione che la WWE fa dei wrestler latini, cosa che ha ricevuto recenti critiche dopo alcune affermazioni di Andrade.

“Sono sicurissimo sul fatto che la WWE non è razzista e non ha risentimenti verso i wrestler latini, semplicemente non conoscono bene la cultura. Hanno spinto come latini Lilian Garcia o Tito Santana, ma loro sono più che altro americani, nonostante i cognomi. Eppure in USA ci sono 48 milioni di ispanici registrati, più 20 non registrati. La gente latina ama il calcio, la musica, festeggiare e la lucha libre. In Messico rispettano il wrestling e gli stranieri che ci lottano, ma poi vedono come la WWE tratta i loro eroi Rey Mysterio e Andrade, hai visto come trattano Angel Garza?”

Soffermandosi sull’ex campione Cruiserweight, Savinovich crede che “possa fare tutto. Ha il look, sa l’Inglese, è giovane. Non dovresti neanche bookarlo, dagli un fiore e fagli creare problemi tra le varie coppie, come ad esempio Maryse e The Miz, può essere un rubacuori latino di grande successo. Stanno sprecando la gente e mi chiedo come facciano a non accorgersene.”

Ci sono state diverse critiche per la gestione dei talenti di origine ispanica a WrestleMania, con i soli Bad Bunny e Damian Priest a rappresentare la categoria ma nessun messicano, tra cui spicca l’esclusione di Rey Mysterio. Sono recenti i rilasci di Andrade e Kalisto, due messicani che hanno vinto cinture in WWE ma non sono riusciti a spiccare il volo.

15,693FansLike
2,635FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati