Heath Slater parla del giallo del volo di ritorno dall’Arabia

Nel corso della sua recente intervista, Heath Slater ha parlato anche del “giallo” dell’areo di ritorno che avrebbe riportato negli Stati Uniti la stragrande maggioranza del roster e dei dipendenti WWE dopo lo show in Arabia Saudita. Ufficialmente l’aereo subì un fortissimo ritardo per problemi meccanici, al punto da mettere in crisi la successiva puntata di Smackdown e ricorre in forza al roster di NXT, ma le voci parlarono e parlano tutt’ora di un blocco ordinato dal Principe Arabo per dei contrasti con la WWE, di fatto addirittura rendendo “Ostaggi” tutti i passeggeri di quell’aereo.

Heath Slater era uno di quei passeggeri, ed ha raccontato candidamente di non avere ancora oggi una idea chiara di cosa sia successo:

“E’ una di quelle situazioni in cui sai che sta succedendo qualcosa ma non riesci a capire cosa sia. Tutti siamo stati bene, ma non so ancora cosa sia successo. Ho sentito dire di problemi meccanici e di svariate altre motivazioni. Mentre ero sull’aereo mi sono addormentato per quasi cinque ore, al mio risveglio ho chiesto a Hawkins dove ci trovassimo, la sua risposta fu che non eravamo ancora partiti, e rimasi basito.”

“Siamo scesi dall’aereo e siamo tornati in hotel. Abbiamo aspettato lì finchè non ci hanno fatti ripartire. Se eravamo in ostaggio del governo ed in pericolo? Siamo tornati in hotel, abbiamo mangiato, siamo andati in palestra e poi a dormire, dunque non ci siamo mai trovati a disagio, perchè non c’era niente attorno a noi che potesse creare disagio. Semplicemente eravamo di nuovo in hotel. Tutti erano gentili ed amichevoli, dunque non ci siamo nemmeno resi conto se siamo veramente stati in pericolo; e se ci pensi, questo è ancora più inquietante”

Andrea De Angelis
Appassionato di Wrestling da diversi anni, tra i suoi preferiti Undertaker, The Rock e Kurt Angle. Cura la sezione notizie del sito
15,941FansLike
2,606FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati