Falso Hogan inganna i vertici TNA su Twitter… è un wrestler?

Quello che è accaduto ieri su Twitter ha veramente dell'incredibile. Qualcuno non meglio identificato ha fatto credere a Eric Bischoff e Bubba The Love Sponge di essere Hulk Hogan e di aver aperto un suo account Twitter, che Bischoff e Bubba hanno subito pubblicizzato sui loro account. Dopo mezza giornata in cui il presunto Hogan ha postato proprio come se fosse il vero Hulk, la svolta: i toni dei messaggi sono cambiati radicalmente e il “fake” ha rivelato di essere prima un dipendente della TNA, giustificando in questo modo il fatto di aver avuto gli agganci giusti per ingannare Bischoff e BTLS, e poi addirittura un wrestler della compagnia. Nei suoi messaggi il fake si è scagliato contro la gestione Hogan-Bischoff, chiedendo a Dixie Carter di rendersi conto di aver preso la strada sbagliata con loro e di aver voltato le spalle ai wrestler che per anni hanno portato avanti la compagnia. Secondo questo fake alcuni di questi wrestler guadagnano ora meno di quello che prendevano nel 2006 a differenza dei lottatori portati da Hogan e Bischoff. Le parole più dure sono state proprio per Bischoff, accusato di non avere alcun rapporto con i wrestler e di non discutere mai con loro le storyline, mentre su Hogan l'anonimo “fake” ha detto di non avere nulla contro di lui come persona ma di pensare che sia alla TNA più per fare soldi che per aiutare realmente la compagnia. Parole dure anche per Vince Russo, accusato di essere finito dai tempi della WWE, e per gli ECW Originals, “colpevoli” di aver preso il posto dei wrestler TNA in queste settimane.

Ovviamente non è affatto sicuro che queste parole siano state realmente scritte da un wrestler, anzi l'ipotesi più probabile è che si sia trattato di un fan anche se non si capisce come abbia potuto imbrogliare così facilmente gli amici di Hogan, però riflettono un disagio che è realmente presente nel backstage della compagnia. Le parole di AJ Styles delle scorse settimane (The Phenomenal aveva detto che in molti lo definiscono il volto della compagnia ma la sua impressione è che non sia proprio così e non ha nascosto il suo malcontento per la decisione di togliergli il titolo a favore di un RVD appena arrivato nella federazione) sono solo la punta di un iceberg che, a quanto pare, vede una dozzina circa di lottatori molto scontenti e sul piede di guerra. Il “fake” ha voluto far credere di essere uno di loro, spiegando che questa azione si è resa necessaria per poter dare un segnale a Dixie Carter e farle capire come vanno le cose. Il “fake” ha scritto che al momento preferisce rimanere anonimo ma che se le cose non cambieranno molto presto si capirà chi è, perché farà parte del gruppo che abbandonerà la federazione in protesta con la dirigenza.

Dal canto suo Dixie Carter ha replicato su Twitter lamentandosi di come certa gente possa arrivare a compiere atti del genere e la TNA è riuscita a entrare in possesso dell'account usato dal falso Hogan e ha già cancellato tutti i messaggi presenti.

Da notare che il “fake” ha avuto buon gioco anche perché da giorni Eric Bischoff ha annunciato che Hulk Hogan stava per sbarcare su Twitter, cosa che avverrà effettivamente nel giro di qualche giorno.

UN ANNO DI WWE A 24,90 EURO: CLICCA QUI E APPROFITTA DELL’IMPERDIBILE OFFERTA!

14,862FansLike
2,620FollowersFollow

Ultime Notizie

Ufficiale un match per il kickoff di WWE Survivor Series

Lo scontro tra i membri del roster di Raw e quelli del roster di SmackDown avrà inizio già nel kickoff di Survivor Series.

Aggiunti un match e un segmento all’odierna puntata di SmackDown

Daniel Bryan tornerà questa notte a SmackDown, con lo show che ospiterà anche una firma del contratto tra due star che si affronteranno a Survivor Series.

Seri dubbi riguardo alle accuse di bullismo a Cody

Le accuse di bullismo rivolte a Cody nel corso dei giorni scorsi potrebbero rivelarsi false in seguito a dei dubbi sulla loro veridicità.

The Undertaker su Tiktok con un video “domestico”

The Undertaker sbarca su Tiktok, e lo fa con un video domestico decisamente ironico. Ennesimo segnale di una svolta per Mark Calaway

Articoli Correlati