Eric Bischoff nella Hall of Fame 2021 della WWE

La WWE ha annunciato poco fa che l’ex Presidente della WCW e performer della WWE Eric Bischoff farà parte della classe della WWE Hall of Fame del 2021.

Bischoff è stato informato dell’onore durante un’apparizione in WWE After the Bell con il commentatore di SmackDown Corey Graves. Easy E è il secondo membro della classe del 2021 ad essere rivelato finora, unendosi all’ex campionessa WWE femminile Molly Holly.

Bischoff, Holly e il resto della classe del 2021, così come la classe del 2020, saranno ufficialmente presentati il ​​6 aprile, quando la cerimonia della WWE Hall of Fame sarà trasmessa su Peacock (e sul WWE Network qui in Italia).

Uno storico rivale della WWE

Il 65enne Bischoff è meglio conosciuto per il suo periodo in WCW, quando è stato presidente della compagnia e personaggio sullo schermo.

È passato alla WCW nel 1991 dopo aver prestato servizio come annunciatore con la AWA, e inizialmente ha avuto lo stesso ruolo nella WCW. Bischoff è diventato produttore esecutivo nel 1993, ed è stato poi promosso a vicepresidente senior nel 1994.

È stato la forza trainante dietro la WCW che ha ingaggiato ex star della WWE come Randy “Macho Man” Savage e Hulk Hogan. E’ inoltre anche una delle menti dietro la creazione di Monday Nitro, che ha debuttato nel 1995 e si è confrontato con WWE Raw per tanti anni. La WCW di allora è stata l’unica federazione capace di battere la WWE, addirittura per 83 settimane consecutive il lunedì sera. Una guerra fatta anche di tanti colpi bassi. Tra quelli più famosi compiuti o pensati dallo stesso Bischoff, il clamoroso debutto di Madusa Miceli; l’atleta debuttò in diretta tv gettando in un cestino la cintura femminile WWE. Ancora, lo stesso Bischoff approfittò del fatto di essere in diretta mentre Raw era registrato, comunicando tutti i risultati in anteprima dello show rivale; la scelta si rivelò un boomerang, poichè molti telespettatori cambiarono canale per vedere la vittoria del titolo WWE da parte di Mick Foley.

“Easy E” ha avuto un ruolo nella creazione del New World Order, inizialmente composto da Hogan, Scott Hall e Kevin Nash, e alla fine si unì lui stesso al gruppo.

Solo l’esplosione di Steve Austin e della Attitude Era consentirà alla WWE di rimontare lo svantaggio nel 1998/99, sorpassare nuovamente la WCW e riprendersi il ruolo di leader nel settore. Nel 2001, una WCW ormai in crisi fu acquistata proprio dalla WWE. Questo portò a uno dei momenti più scioccanti nella storia del wrestling, quando Bischoff fece il suo debutto in WWE nel 2002 e abbracciò Vince McMahon, che era proprio la persona che aveva tentato di fare fuori in precedenza. Bischoff sparì come personaggio televisivo dopo qualche anno; on screen ha interpretato prevalentemente il ruolo di GM di Raw, proprio lo show contro il quale ha combattuto per anni.

Più recentemente, Eric Bischoff ha ricoperto , seppur per un breve periodo, il ruolo di responsabile creativo di Smackdown, ruolo che tuttavia gli fu tolto dopo poco tempo.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore
15,645FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati