Ember Moon su dream match, theme song, il suo look

Chris van Vliet ha intervistato Ember Moon parlando di quanto ci è voluto ad avere il suo attuale look, chi è la donna per il suo dream match, quale momento ha visto da bambina per decidere di voler fare wrestling e altro ancora.

Ciò che ha visto in WWE che l'ha convinta a voler diventare una Superstar: “Per me i ricordi sono un pò confusi perchè la mia infanzia è stata una tortura e il wrestling era la mia via di fuga. Quindi tutto ciò che potevo vedere di wrestling era estremamente eccitante. Ricordo la prima volta in cui The Hurricane ha fatto una chockeslam a The Rock, non credevo fosse possibile ed è stato fantastico. Me lo ricordo bene. Quello è uno dei miei ricordi più cari.”

L'avversaria dei suoi sogni: “Beth Phoenix. A mani basse, sarà sempre lei. Amavo tutto di lei quando ero più piccola. Era così potente. E' stata la seconda donna a entrare in una Royal Rumble e la prima a eliminarvi qualcuno. Ha fatto così tanto in carriera e quello sarebbe il mio dream match.”

Non aver ascoltato la sua musica di ingresso fino a Takeover Brooklyn 2: “Quella è stata la prima volta che l'ho sentita. L'ho sentita che ancora non c'era la parte cantata e non era ciò che mi aspettavo ma poi mi hanno detto che avrebbero aggiunto qualcosa e il prodotto finito è quello sentito a Brooklyn. Triple H è stato molto interattivo e spingeva affinchè si potesse ottenere di più da questa musica. E quando l'ho ascoltata ho pensato fosse grandiosa.”

Sul volerci sei ore per farsi i capelli: “Me li tingo da sola. Compro tantissime extensions, mi metto seduta in una stanza con la televisione e a volte qualcosa di alcolico da bere. Rimango seduta a volte per sei ore al giorno solo per tingerli e avere questo risultato.”

15,656FansLike
2,630FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati