Chris Jericho ha rifiutato di lottare ad All In

Chris Jericho è stato intervistato da Inside the Ropes e si è soffermato a parlare del fatto che gli abbiano proposto di apparire all'evento “All In” e di aver rifiutato. Ha aggiunto anche che non lavorerà per gli show della NJPW che si svolgono in suolo americano per rispetto verso il WWE Chairman Vince McMahon. Ecco cosa ha detto:

“Mi è stato chiesto se volessi lavorare a Strong Style Evolved a Long Beach per la NJPW e ho detto no. Mi hanno contattato per lottare durante il G1 Special al Cow Palace e ho detto no. Stessa per All In, anche in quel caso ho detto no. Non voglio farlo. Dovresti vedere quanti rappresentanti delle federazioni indipendenti mi hanno contattato negli ultimi sei mesi…Ma voi ragazzi dovete capire che non riguarda solo me. E' tutto calcolato con l'intento di fare soldi, dove ci guadagnano le compagnie per cui lotto e dove ci guadagno io. Non lavorerò in altre compagnie che non siano la WWE, a meno che non mi paghiate con una cifra che abbia sei numeri. Non è uno scherzo, non potrei farlo. E' come se si costruisse uno scenario stile McGregor-Mayweather per me. Non sto dicendo che voglio guadagnare o creare un business che vale 55 milioni di dollari come quei due, ma quello che sto facendo è il massimo che posso fare per questi pochi altri match della mia carriera che mi rimangono. Quindi devo far si che sia tutto calcolato, tutto quello che faccio deve essere programmato nel miglior modo possibile.

Non è una questione di fare qualcosa in una federazione indipendente e come ho detto altre volte, è come se sentissi che c'è una sorta di regola non scritta per cui non voglio fare questi match negli Stati Uniti. Sento come se fosse uno schiaffo in faccia a Vince. Se qualcosa fosse andato storto nel nostro rapporto o fosse insanabile allora probabilmente avrei parte ad uno show in territorio americano, magari proprio al Cow Palace. Un rematch tra Jericho e Kenny Omega sarebbe stato forte. Mi sarebbe interessato All In, ma per prima cosa si terrà a Chicago e poi…si, so che per quello che dirò mi farà passare da stron**, ma non posso nemmeno svalutarmi per lavorare a uno di questi eventi. Riguarda anche il modo di prendermi i miei spot con le persone giuste, nei posti giusti, anche questo conta nei contratti che firmo.”

15,941FansLike
2,609FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati