Bryan Clark parla dell'ultima apparizione dei Kronik

“Non avrei voluto tornare alla WWE, la cosa non mi piaceva per niente, soprattutto a causa di come ero stato trattato precedentemente. Ma Bryan “Crush” Adams era molto amico di Undertaker e credo lui stesso volesse fortemente il nostro ritorno. Molti non sanno che io avevo avuto di recente, appena due settimane prima, un incidente d'auto, in più combattevo da tempo con una fastidiosa ernia del disco al collo. Ma mi sentivo obbligato nei confronti di Adams e degli sforzi da lui fatti per riportarci sul ring dal quale eravamo assenti da più di un anno. Semplicemente non eravamo pronti e nessuno fece niente per prepararci nonostante sapessero delle nostre condizioni, gettando i Kronik nel Pay Per View dopo aver presenziato ad un solo House Show e ad una registrazione per uno show televisivo. E dopo tutto, fui anche costretto a sentire le stupidaggini provenienti dalla bocca di Jim Ross; l'unica cosa positiva è che prendemmo lo stipendio di un anno per due sole settimane di lavoro.”

E' facile cogliere un velo di tristezza nelle parole (ascoltate) di Bryan Clark in riferimento all'ultima sfortunata apparizione dei Kronik sulla scena mondiale. Si tratta dell'ennesimo e mai ultimo capitolo di quei wrestler sfruttati male dalla WWE per colpa di scelte scellerate e senza senso. Magari poi le verità saranno altre o queste sono solo mezze verità, è però fuori di dubbio che la gestione dei Kronik alla WWE fu pessima. Per quanto la colpa la si possa suddividere a metà fra loro stessi e chi li mandò sul ring, i Kronik erano un Tag Team che in wCw fecero riassaporare il gusto della categoria di coppia come pochi, forse come nessuno negli ultimi 10 anni e passa. Anche presi singolarmente, sia Clark che Adams meritavano forse di più, di sicuro di più avrebbero meritato i Kronik. Ma ormai è troppo tardi.

15,652FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati