Bret Hart: «Triple H e Shawn Michaels bullizzavano The Rock»

Durante l’ultimo episodio di Confessions, il suo podcast, Bret Hart ha raccontato di come Shawn Michaels e Triple H si comportassero da bulli nei confronti di The Rock prima che diventasse una stella. Hart parlava di come in molti abbiano reso la vita difficile a Dwayne Johnson all’inizio della sua carriera, soprattutto perché era visto come un figlio d’arte dunque favorito, e ha sottolineato come i due membri della Kliq fossero in prima linea in questo.

«Molti lottatori hanno gli reso la vita difficile a quei tempi, davvero difficile. Tanto da riuscire quasi farlo mollare. E ricordo di essermi esposto per Dwayne un paio di volte, provando a difenderlo; anche Owen lo fece. Penso che io e Owens fummo tra quelli che cercarono di proteggerlo quando arrivò all’inizio. Lui era un po’ marchiato.

Ricordo che una volta Shawn Michaels entro nello spogliatoio e urlo contro Dwayne. Gli diede una bella strigliata e se lo divorò vivo. Mi sembra che gli disse di non fare mai più un Dropkick dalla terza corda perché era la sua mossa. Era stato quello a renderlo furioso. Subito dopo se ne andò sbattendo la porta. The Rock si sgonfiò davanti a lui perché all’epoca Shawn aveva molto peso. Era piuttosto importane per la compagnia, un veterano che prende e ti sgrida così nello spogliatoio. The Rock si scusò e disse che non lo sapeva e pensò che fosse finita lì. Ricordo che dopo che Shawn chiuse la porta io dissi: “Che stronz**a, un sacco di stronz**e. Nessuno possiede il Dropkick dalla corda, puoi farlo. Owen lo fa sempre! Perché non se la prende con Owen? Ti stanno prendendo in giro e cercano di metterti in riga”-

Triple H era uguale. Prendeva sempre di mira The Rock, insieme a Shawn e si accanivano e accanivano. Poi me ne andai e The Rock rimase nel cortile con quei cagnacci. Volevano che se ne andasse tanto quanto volevano che me ne andassi io. Ce l’avevano con lui. Poi circa un annetto dopo cominciò a decollare e diventare importante per la WWE e sono felice che abbia superato quelle stronz**e.

Era solo per gelosia. Vedere un bravo ragazzo scalare le gerarchie è qualcosa che preoccupava gente come Shawn Michaels e come Triple H al punto che non potevano permettere che la passasse liscia. Lo hanno preso di mira ancora e ancora ed era evidente. Anche perché quella non fu l’unica volta che successe una cosa del genere. È successo un paio di volte, ma anche io avevo molta influenza in quel momento, quindi potevo entrare e dirgli: “non prestare attenzione a quella roba, non hai fatto niente di sbagliato” perché era ancora acerbo».

Daniele La Spina
Una mattina ho visto The Undertaker lanciare Brock Lesnar contro la scenografia dello stage. Difficile non rimanere incollato. Per Tuttowrestling: SmackDown reporter, co-redattore del WWE Planet, co-presentatore del TW2Night!. Altrove telecronista di volley, calcio, pallacanestro, pallavolo e motori.
15,654FansLike
2,632FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati