Becky Lynch su essere The Man, comunità LGBT

Becky Lynch è stata intervistata da Pink News lunedì scorso prima di subire l'infortunio in puntata. Durante l'incontro è stato sottolineato come sia diventata popolare la sua frase “I'm the Man” con l'intento di voler diventare la miglior non solo della sua divisione ma dell'intera WWE. Becky ha rivelato di aver preso ispirazione dalla celebre frase di Ric Flair “to be the man, you've got to beat the man”, cioè “se vuoi essere l'uomo migliore, devi battere il migliore”, sottolineando che nessuno però ha mai usato questa frase con la parola “donna”.

La scelta di conservare il termine “man” per Becky è stata legata al fatto che il genere non dovrebbe essere una questione così rivelante, così come la razza o l'orientamento sessuale di un lottatore. Dovrebbe esserci uguaglianza e che per lei questa catchphrase serve solo a ribadire che vuole essere la migliore.

“Essere -the man- non ruota intorno al genere. E' uno stato mentale, riguarda il voler essere al top. Significa camminare nel backstage ed entrare nello spogliatoio maschile dicendo che sono io l'uomo da battere ora e che guido il timone di questa nave. Sono la Superstar con più vittorie del 2018 in tutta la WWE tra Raw e Smackdown. Ho vinto più match, perciò non sono The Man solo nello spogliatoio femminile, ma anche di quello maschile.”

Becky ha parlato anche di come finalmente la comunità LGBT stia ottenendo rispetto all'interno della WWE dopo decadi di gimmick offensive e piene di stereotipi.

“Non importa il genere, la razza, la tua sessualità, qualunque cosa…Siamo tutti eguali. Penso sia ciò che voglio ottenere più di ogni altra cosa. Dobbiamo essere sullo stesso piano al 100%.”

L'irlandese ha parlato anche di Sonya Deville che col suo debutto nel main roster nel 2017 è diventata la prima Superstar femminile dichiaratamente gay in WWE e di come sia stata accolta a braccia aperte. Becky spera che qualunque lottatore che si dichiara gay non possa mai venir trattato in modo diverso e che possa essere messo a suo agio a seguito del coming out.

“Riguarda la nostra umanità…La nostra sessualità è parte fondamentale di ciò che siamo. Non dovrebbe essere affatto spaventosa l'idea di fare coming out. Non ci dovrebbero essere pregiudizi. Non c'è alcuna ragione per cui dovremmo averne. Perchè non iniziamo a fare la differenza? Siete persone, avete caratteristiche e abilità per diventare tutto ciò che volete…semplicemente basta fare il proprio lavoro.”

15,657FansLike
2,629FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati