Anderson e Gallows: “In WWE stavamo perdendo fiducia in noi stessi”

Intervistati a Sports Illustrated per promuovere l’imminente Hard To Kill, Karl Anderson e Doc Gallows hanno parlato del loro passato in WWE e del loro attuale stint ad Impact Wrestling e in AEW.

Gallows ha mostrato orgoglio per l’hype creato con quella che a molti è sembrata una riunione del Bullet Club, spiegando che “quel too sweet era l’unico modo per chiudere la puntata alla grande. Abbiamo dato ai fan quello che volevano, una cosa che a New York (in WWE) non hanno mai capito. Era la cosa perfetta da fare.”

Anderson ha poi ammesso che durante la permanenza in WWE, i Good Brothers hanno dubitato di se stessi in alcune occasioni: “Odio ammetterlo, ma penso che ad un certo punto in WWE abbiamo perso fiducia in noi stessi. Ma prometto che adesso è tornata. Dovevamo semplicemente uscire da quell’ambiente per ritrovarci, per capire chi siamo e cosa possiamo fare davvero.”

“Non abbiamo nessun risentimento verso la WWE” ha chiarito Doc Gallows, il quale ha poi scherzato dicendo che l’unica cosa che pensasse gli sia dovuta è lo Slammy per il match dell’anno. Anderson ha concluso esprimendo gratitudine per Impact Wrestling, che li ha presi “cinque minuti dopo che eravamo fuori dalla WWE. Quindi siamo fieri di rappresentarli. Per me è incredibile pensare che l’anno scorso ho preso una Spear da Edge alla Royal Rumble, e adesso sono in un Pay-Per-View di Impact Wrestling”.

14,976FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati