Aggiornamenti sulla potenziale riunione del Bullet Club in AEW e Impact Wrestling

Pochi giorni fa, con precisione il 14 Gennaio, la AEW ha richiesto di depositare il marchio per la frase “Too Sweet”, usata on screen per la prima volta dall’NWO e quindi ripresa dal Bullet Club fin dalla formazione della stable in NJPW nel 2013. Il gesto è stato usato in WWE anche da AJ Styles, Finn Bàlor ed il duo formato da Karl Anderson e Luke Gallows, con i quattro che hanno menzionato diverse volte l’appartenenza al “club”.

Durante il Pay-Per-View di Impact Wrestling Hard To Kill, Kenny Omega ha indossato una maglia con il logo del Bullet Club, il che ha portato diversi fan a speculare sulla vociferata partnership tra AEW e NJPW.
Dave Meltzer ha però smentito che tale collaborazione sia nei piani delle compagnie, ma semplicemente un’idea di Gallows e Anderson, con il primo che aveva una scritta “Bullet Club” sui pantaloni. Il noto giornalista ha quindi continuato con la linea di pensiero che vede i tre usare il famoso nome della stable nella quale hanno militato, piuttosto che un piano ben orchestrato con la NJPW.

Meltzer ha anche notato che nonostante tutto, Gallows e Anderson potrebbero comunque tornare in Giappone quando le condizioni lo permetteranno, cosa che i due avevano già fatto intendere immediatamente dopo il loro rilascio da parte della WWE, oltre al fatto che la NJPW non sembra intenzionata ad adire per vie legali nonostante quella mostrata nell’evento di Impact sia una maglietta con un logo, quello del Bullet Club, che appartiene alla New Japan.

15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati