WWF REBELLION 2001

WWF REBELLION 2001
Manchester, U.K. – 03.11.2001
Live Report by Marco Marchese – Y2M

Tony Chimmel fa il suo ingresso sul ring e dà inizio (ufficiosamente) alla serata inglese: fischi invece per il referee WCW Charles Robinson, che si appresta ad arbitrare il primo match della serata, non ripreso dalle telecamere di Sky (un cosiddetto dark match, ad esclusiva visione del pubblico dell’arena). Intanto fanno la loro entrata i due commentatori principi della Federazione: Paul Heyman e Jim Ross, con il primo che ottiene una buona heat, mentre J.R. tra gli applausi fa un discorso introduttivo sulla necessità di non piegarsi al terrorismo e augura buon divertimento a tutti i fans inglesi.

Tag Team Dark Match: ‘The One’ Billy Gunn & Chuck Palumbo vs. Lance Storm & Justin Credible
Buon match ‘scalda pubblico’, con un Billy Gunn che ottiene forti consensi dal pubblico inglese (forse perché primo grosso face a fare la sua apparizione) in coppia con il neo-licenziato dall’Alliance Palumbo, opposto a uno dei più affiatati team made in ECW, The Impact Players. Con Storm e Gunn al di fuori del ring, Credible tenta un SuperKick che viene bloccato da Palumbo, che esegue il suo Jungle Kick per la vittoria del suo team.
Vincitori: BILLY GUNN & CHUCK PALUMBO via pinfall

A questo punto iniziano i preparativi, diretti dall’arbitro Mike Chioda, per assemblare la gabbia ‘vecchio stile’, quella a pannelli applicati al ring, con porta aperta a comando da un arbitro e possibilità di uscire dall’alto.

Logo WWF, sigla d’apertura di Rebellion e fuochi d’artificio segnano l’inizio ufficiale dello show anche su Sky.

WWF Intercontinental Championship Steel Cage Match: Edge (C) vs. Christian
Christian porta alla vita la cintura di Campione Europeo da poco conquistata ai danni di Bradshaw (non mandata in onda durante l’ultimo SmackDown!, ma confermata di fatto dalla WWF). Entrambe le entrate dei due fratelli canadesi risulteranno due delle migliori della serata, sia per la bellezza delle musiche che per la coreografia delle luci e dei fuochi pirotecnici. Subito Christian tenta di scappare dalla porta principale, ma Edge glielo impedisce afferrandolo per un piede; Spear di Edge per un conteggio di due, poi tentativo sventato di Unprettier da parte di Christian. Proprio lui sembra avere il sopravvento e arriva persino a scalare la gabbia e trovarsi dal lato esterno di essa: Edge però lo prende per le gambe e gliele lega assieme con il nastro del suo polsino, bloccandolo come un salame appeso per i piedi alle sbarre della gabbia, vicino a toccare il terreno ma al contempo impossibilitato a liberarsi. Edge scala anch’egli la gabbia e nel toccare il suolo esegue una clothesline in verticale sull’impotente fratello.
Vincitore e ancora campione: EDGE per uscita dalla gabbia

Mentre la gabbia è tolta, viene ricostruito sul Titantron il tradimento di Kurt Angle operato durante Raw, con le sediate inflitte dall’eroe olimpico a ogni singolo componente del Team WWF e la vittoria di Shane O’Mac ai danni di Vince nello Street Fight.

Chavo Guerrero Jr e Hugh Morrus si collegano dall’esterno dello spogliatoio delle Divas e riescono a sorprendere Trish Stratus con un asciugamano al petto, apparentemente senza reggiseno. Trish dice loro di allontanarsi un attimo, visto che sta finendo di prepararsi, e promette loro una intervista con Lita.

One on One Match: Scotty 2 Hotty vs. The Hurricane
Hurricane si atteggia come suo solito a supereroe, mentre Scotty lo imita in segno di scherno. Più tardi è la volta di Helms di prendere in giro l’avversario, scimmiottando la sua finisher, il Worm, che non viene portato a termine perché Scotty si alza e atterra Hurricane. Tra l’entusiasmo generale è il momento dell’ex Too Cool, che esegue il Worm ottenendo lo shienamento.
Vincitore: SCOTTY 2 HOTTY via Worm

L’intrepido duo Chavo – Hugh irrompe stavolta nel camerino di Lita, sorprendendola in Bra & Panties :))) Appena lei si accorge della loro presenza, li scaccia a male parole.

It’s me, it’s me, it’s D – D – P! Sul Titantron appare il primo piano di un sorridente Diamond Dallas Page che dà agli inglesi dei depressi e dice che non è un male perché lui saprà farsi apprezzare (il suo solito discorso che si conclude con ‘you like you’).

One on One Match: The Big Show vs. DDP
DDP è al suo primo incontro televisivo dopo l’infortunio: si distingue per un tentativo di Figura 4 e per l’esecuzione di una Diamond Cutter, ma non è rapido nello schienamento e concede a Show di uscire dal conteggio e di eseguire la sua Chokeslam modificata per una chiara affermazione. Dopo l’incontro, DDP dice che questa sconfitta non è una cosa cattiva (contento e convinto lui…).
Vincitore: BIG SHOW via ShowStopper

I due inviati tra le Divas sorprendono Mighty Molly… vestita! Ma lei urla e si copre, perché per un supereroe come lei essere senza mantello è come essere nuda.

Sul Titantron vediamo ora Shane, Debra, Stone Cold e Kurt Angle seduti attorno ad un tavolo: Shane motiva i suoi due atleti e invita Austin a sconfiggere The Rock e Angle a conquistare il titolo WCW da Jericho. Angle dice che visto che sono in Inghilterra e che si trovano attorno a una tavola rotonda… sono come gli antichi Cavalieri e se Austin è Re Artù e Shane è Merlino, The Rock dev’essere per forza Lancillotto. Stone Cold sembra disgustato dalle parole di Angle e, dopo una buona dose di ‘what?’, lo definisce patetico e se ne va dal tavolo.

WCW Tag Team Championship Elimination Match: Dudley Boyz vs. Hardy Boyz vs. APA
Matt colpisce Faarooq con la Twist of Fate che segna l’eliminazione degli APA. Il match diventa ora il classico Dudleyz vs. Hardyz, con molti spot spettacolari dal loro repertorio: Baseball Drop Kick di Jeff colpendo il tavolo (appena preso e non utilizzato) sul volto di D-Von, Bubba Bomb su Jeff, Leg Drop di Matt su D-Von, Swanton Bomb mancata e Dudley Death Drop ai danni di Matt per la conferma del loro titolo.
Vincitori e ancora campioni: DUDLEY BOYZ via 3-D

Sono mostrati spezzoni della recente faida per il titolo WCW tra Rocky e Chris Jericho, con le incomprensioni tra i due. Nell’ufficio di Vince, il chairman della WWF cerca di far da pacere tra i due e sembra quasi riuscire nell’intento (in ottica Survivor Series naturalmente). Appena uscito Vince dall’ufficio, Jericho augura a The Rock buona fortuna, consigliandogli di non perdere un altro Big One: il People’s Champion sorride, ringrazia e poi lo colpisce, mentre solo l’intervento di alcuni arbitri riesce a farli dividere.

Non Title Match: Tajiri vs. William Regal
Il Commissioner dell’Alliance si prende gioco degli abitanti di Manchester e del Manchester United, suscitando selve di fischi e canti di scherno. Tajiri mostra il suo vasto repertorio di calci e acrobazie, che culminano nella Tarantula. Un Moonsault fallito dal giapponese consente all’inglese di sottomettere l’avversario alla Stretch; a incontro concluso, Tajiri sorprende il suo mentore con il Green Mist al volto e lo atterra con un Kick of Death alla testa.
Vincitore: WILLIAM REGAL via Regal Stretch

Angle viene intervistato da Michael Cole e l’eroe americano si prende gioco delle iniziali ‘Y2J’, mentre lui può vantare l’oro alle Olimpiadi.

WCW Championship Match: Chris Jericho (C) vs. Kurt Angle
L’entrata di Jericho è stata la migliore di tutte, sempre molto coinvolgente e adrenalinica, mentre alcuni inneggiano ancora a Angle forse perché un po’ sorpresi dal suo repentino voltafaccia (Raw in Inghilterra era andato in onda solo la sera precedente: addirittura una bimba davanti a me aveva un cartello inneggiante a ‘Kurt Angle Champion’, anche se presto cantava anche lei ‘Angle Sucks’). Y2J tenta subito di far cedere l’avversario con la Walls of Jericho, ma Angle risponde con una serie di 3 German Suplex e una Ankle Lock. Bulldog e Lionsault del canadese, ma l’eroe olimpico alza le gambe e va per l’Angle Slam, che viene però contrato da un Roll-up che regala la vittoria al campione. Subito dopo la conclusione dell’incontro, Angle colpisce da dietro Jericho con un Angle Slam e si allontana soddisfatto.
Vincitore e ancora campione: CHRIS JERICHO via pinfall

Cole intervista Rock: dopo un’allusione sulla presunta preferenza data dal commentatore di SmackDown! agli ‘strudels’ rispetto alle ‘pies’, Rocky dice che l’unica cosa che gli importa stasera (‘and The Rock means ONLY’) è di diventare di nuovo WWF Champion e di prendere Stone Cold a pedate nel suo ‘candy ass’! If ya smell… what The Rock is cookin’!

Divas Tag Team Match: Mighty Molly & Stacy Kiebler vs. Lita & Torrie Wilson (Special Guest Referee: Trish Stratus)
Incontro femminile che dimostra come Lita e Molly siano anni luce sopra il livello attuale delle due ragazzi provenienti dalla WCW (ma ha importanza?), che comunque hanno fatto notevoli progressi nel loro stile di lotta. Vittoria alle Divas WWF con Twist of Fate di Lita ai danni di Molly. Stacy non è d’accordo con la decisione di Trish e si prende uno schiaffone e un bel Bulldog.
Vincitrici: LITA & TORRIE WILSON via Twist of Fate

Clip da WrestleMania X-Seven: ci vengono mostrate le fasi che hanno portato allo scontro tra Rock e Austin.

WWF World Championship Match: Stone Cold Steve Austin (C) vs. The Rock
Buon match che porta i contendenti a scontrarsi sulla rampa d’entrata e sul tavolo dei commentatori (che non viene però distrutto), con il Rattlesnake che cerca di eseguire per due volte, invano, il Piledriver. Per tutta la durata dell’incontro (e come vedremo anche dopo) Austin prende in giro avversario, pubblico e persino arbitro con il dito medio alzato. Boston Crab di Stone Cold, ma Rock raggiunge le corde; poco dopo, Earl Hebner rimane vittima di una involontaria Clothesline e cade a terra esanime. Rock blocca Austin nella Sharpshooter, ma interviene Angle in aiuto del leader dell’Alleanza e gli assesta una sediata da dietro. Entra Jericho a spedire Angle fuori ring e poi raccoglie la sedia: Rocky si rialza in quel momento e pensa di essere stato colpito da Jericho, per cui lo mette fuori gioco. The Great One si prepara al People’s Elbow ai danni di Stone Cold, ma viene colpito alla testa da Kurt armato di cintura e poi riceve una Stunner. Il duo dell’Allenza si allontana trionfante.
Vincitore e ancora campione: STONE COLD STEVE AUSTIN via Stone Cold Stunner

Avvenimenti ‘fuori onda’:
Il PPV è durato complessivamente poco più di Due Ore, ma per il pubblico della Manchester Evening News Arena c’è stata una interessantissima (a mio modo di vedere) coda: dopo che le telecamere di Sky hanno cessato di mandare in diretta le immagini, The Rock ha atteso che Jericho si rialzasse per avere da lui delle spiegazioni. I due si sono parlati un attimo e poi hanno iniziato a picchiarsi di nuovo: Jericho ha avuto la meglio e si è preparato per il People’s Elbow, che all’ultimo ha modificato in Lionsault; Rocky ha però evitato la mossa assestandogli una Rock Bottom. Poco dopo, è risuonata nell’arena la musica di Steve Austin e The Rock l’ha invitato a uscire di nuovo dal Backstage: il Bionick Redneck si è presentato sulla rampa e, arrivato a bordo ring, ha gettato la cintura di Campione del Mondo all’interno del quadrato. Ha fatto capire subito di non essere interessato a una lotta fisica, ma di voler sfidare il nemico di sempre ad un altro tipo di contesa: una contesa canora! Austin canta la nenia ‘London’s bridge is falling down’, mentre Rock intona la sua hit (!?!) SmackDown Hotel, già sentita in un dialogo con Kurt Angle alcune settimane or sono. Austin allora chiede al pubblico se vogliono sentirli cantare insieme e tutti rispondono di SIII’!!! Austin gli chiede di stringergli la mano e Rocky, con fare ammiccante, accetta… solamente per colpirlo con la Rock Bottom e poi (dopo che Rock se ne stava andando, inseguito ‘a distanza di sicurezza’ da Austin) con il People’s Elbow. Austin prende di nuovo in mano il microfono per rassicurare tutti che sta bene (!?!) e per invitare a imitarlo ed acquistare un suo cappellino (miracoli della suggestione, l’ho comprato anch’io). Prima di andarsene, nuovo giro per il ring e la rampa di accesso con dito medio alzato indirizzato a tutto il pubblico. Tony Chimmel ringrazia tutti per essere intervenuti e anche Heyman e Ross fanno ritorno nel Backstage.

Si può parlare male di un PPV (anche se U.K. Only) che si è visto dal vivo? Soprattutto considerando che era il primo evento live di wrestling a cui assistevo (ICW esclusa)? Non sarò obiettivo nel giudizio, ma Rebellion mi è piaciuto molto: ho trovato il main event, Jericho vs. Angle, l’Elimination Tag Team Match e il Cage Match incontri validi. Il tutto sempre nell’ottica americana di considerare Rebellion e Insurrexion come House Show di lusso, di serie A (tant’è che la sera stessa in America si svolgeva l’House Show di serie B con RVD, Taker, Kane e Booker T). Ecco la grandissima pecca, comprensibile se si valuta che l’unico passaggio americano di Rebellion è al WWF New York: ovvio che non possano cambiare i titoli, normale lasciar fuori parte del Roster. Certo, anche la durata dell’evento ha la sua importanza: due ore e dieci su Sky sono un po’ pochine, mentre noi all’arena abbiamo raggiunto almeno le tre ore, dark match e show fuori onda compreso. Proprio questa coda, di cui avevo già letto nei report degli House Show appunto, mi ha piacevolmente sorpreso e ha influito positivamente nel mio giudizio finale. Chi non l’ha vista, però, forse non può capire: certo, può non essere piaciuta, ma per me è stata assolutamente esilarante! Stone Cold è un grandissimo: ha retto assieme a Rock una mezz’ora di puro ‘entertainment’. In conclusione: non è un PPV per come lo intendiamo, ma vederlo live, con tutti i suoi retroscena, è stata un’esperienza ampiamente positiva. Peccato per non aver visto il mio idolo RVD e due altri miti come Kane e Taker… mi sa che dovrò proprio recarmi negli States per assistere ad un vero PPV…

Voto (con tutti i distinguo del caso): 7/10

Marco Marchese

 

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
15,645FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati