WWE HALL OF FAME 2020/2021 REPORT

E giunto il momento di assegnare il Warrior Award 2020 che va a: TITUS O’NEIL

Titus dice di essere cresciuto in povertà con una madre single vittima di un’aggressione sessuale. Era etichettato come qualcuno che sarebbe morto in prigione in giovane età. Finì in un Scheriff’s Ranch in Florida e ha sentito le parole che hanno cambiato la sua vita per sempre “Ti amo e credo in te.” Molti gli dissero che lo amavano, ma le loro azioni raccontavano una storia diversa. Le parole sono potenti e lo hanno portato a cambiare da essere uno studente poco efficiente a diventare il primo della sua famiglia e a laurearsi con la lode.

Questo gli ha permesso di lavorare con gli enti di beneficenza dentro e fuori la WWE e costruire un’eredità per i propri figli. Vuole un’eredità che possa aiutare gli altri, ci sono ragazzi che sono etichettati male e si chiede cosa c’è di sbagliato in coloro che lo fanno. Pochi si chiederanno nel corso della tua vita cosa ti è successo, fornire assistenza gli ha permesso di cambiare le esperienze che altri hanno affrontato. Non c’è dubbio che la piattaforma WWE gli abbia permesso di mettere dei sorrisi sui volti delle persone ed è eternamente grato per questo, ma ha sempre voluto costruire una vita che fosse significativa.

Vincere il Warrior Award significa che ha vissuto una vita piena di significato. Vuole continuare questo lavoro con l’aiuto dei suoi partner e sponsor per fornire case a prezzi accessibili, trasporto, abbigliamento e cibo a chi è in ginocchio. Crede davvero che dovremmo essere rispettosi verso tutti quelli con cui entriamo in contatto. Non ti piace o non sei d’accordo con loro, ma puoi rispettarli, questo è quello che fanno gli eroi dell’umanità. Ringrazia la sua famiglia, i colleghi di lavoro e gli amici che lo hanno aiutato a crescere e prosperare come fan e lavoratore. Li ringrazia e crede in loro.

E siamo giunti all’ultima introduzione della classe 2020: NWO (HULK HOGAN, KAVIN NASH, SEAN WALTMAN E SCOTT HALL)

Sean Waltman ringrazia sua moglie e ringrazia Nash e Hall per avergli coperto le spalle per 30 anni. Ringrazia Hogan per essere sempre stato così figo e ricorda di quando ha colpito Hogan con una sedia a Wrestlemania 18 dopo il match con The Rock.

Scott Hall dice che è stato inserito come Razor Ramon alcuni anni ed è stato grande, ma essere al fianco dei suoi migliori amici e il ragazzo che lo ha fatto desiderare di essere un wrestler professionista è incredibile.

Kevin Nash dice che c’erano un sacco di cose che avrebbero potuto far funzionare l’NWO e un sacco che avrebbero potuto farlo non funzionare. Dice che se Vinnie Vegas e The Diamond Studd si fossero trasferiti in WCW al contrario di Razor e Diesel, non avrebbe funzionato. Ha detto che se i loro contratti non fossero scaduti a sei giorni di distanza, non avrebbe funzionato e se si fosse presentato 18 mesi dopo e avesse detto sorpresa, non avrebbe funzionato.

Nash dice l’NWO è davvero per tutta la vita e si vede ancora dal fatto che ibambini di 5 anni gli danno il simbolo Wolfpac indossando una camicia de NWO., Dice che forse non erano i Beatles, ma la NWO era almeno come i Led Zeppelin.

Hulk Hogan dice l’NWO è ancora vivo. L’Hulkamania era finita ed era su un set cinematografico facendo la parte di Babbo Natale cercando di capire quale fosse il prossimo passo e vide Scott Hall. Ne parlò a telefono con Eric Bischoff circa la mossa da fare se entrare nella stable ed Eric gli disse che se non voleva ci sarebbe stato Sting, ma lui accettò e poi Waltman li ha completati e ha reso il gruppo ancora migliore.

Hogan racconta di come più diventavano cattivi e più diventavano pessimi, più i fan della WWE li amavano. Ha detto che vende tonnellate di merce NWO ogni giorno nel suo negozio a Clearwater. Hogan ha affermato di non essere mai stato battuto per il titolo WCW. Hogan ha detto loro che avevano bisogno di fare un altro giro e che dovrebbero essere nella Hall per insegnare a tutti una lezione. Hogan ha detto che era un pio desiderio, ma tutti sanno che la NWO è per la vita e ora che sono nella Hall of Fame sono davvero per la vita.

Pasquale Pirozzi
Appassionato di wrestling sin da bambino che coincide con il periodo in cui SmackDown raggiunge la notorietà andando in chiaro su Italia1. Faccio parte del sito, che ho da sempre seguito come lettore, da poco più di un anno e mi occupo della newsboard.
15,654FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati