WWE Planet #921 – Pausa di riflessione

Bentornati amici di Tuttowrestling.com a un nuovo numero del WWE Planet per analizzare la settimana appena trascorsa in quel di Stanford.

Ovviamente apriamo con Bobby Lashley che da neo campione annichilisce The Miz dandosi la giusta spinta in vista di WrestlaMania. L’unico piccolo problema è che non ci sono avversari con cui farlo scontrare se non l’ex campione Drew McIntyre che aspetta però di capire se il suo feud con Sheamus terminerà o meno a Fastlane, l’ultimo PPV prima dello Showcase of the Immortals. E forse è proprio questo il problema principale dell’ultimo periodo: l’eccessiva distanza tra la Royal Rumble e WrestleMania e la dovuta presenza di due PPV nel mezzo.

I due mesi di distanza hanno dovuto far si che le storyline venissero annacquate per arrivare alla data stabilita, portando con sé le ovvie conseguenze. Una su tutti è la gestione tra Randy Orton, Alexa Bliss e Bray Wyatt, ormai lontano dalle scene da parecchio tempo proprio per giungere a WrestleMania per il loro match “inedito”. Purtroppo sono praticamente due mesi in cui la Bliss e Orton vanno avanti torturandosi a vicenda e la speranza è che Wyatt torni finalmente proprio a Fastlane così da preparare personalmente e in modo migliore il match che lo vedrà coinvolto. La speranza maggiore in verità è che i due facciano meglio di qualche anno fa dove diedero vita a uno degli incontri peggiori della storia di WrestleMania.

Situazione titolata che risulta essere poca chiara anche a SmackDown. È vero che Edge ha fatto la sua scelta e sfidato Roman Reigns per lo show più importante dell’anno ma nelle ultime settimane si è fatta avanti l’incognita Daniel Bryan. Non è chiaro se l’American Dragon si limiterà a essere un avversario di transizione per Fastlane per poi dare il via allo scontro tra Edge e Reigns o se riuscirà a inserirsi anch’esso nel match di WrestleMania. Sembra esserci infatti più tensione tra Edge e Bryan rispetto a Edge e Reigns con i due che potrebbero mettere su un gran bel match se messi uno contro l’altro. Vado a memoria ma mi pare di ricordare tra l’altro che Edge fu uno dei primi, se non il primo, wrestler affrontato da Bryan nel main roster.

La situazione per quanto riguarda la divisione femminile è un po’ meno felice. L’infortunio di Asuka ha portato Charlotte a dover perdere tempo per non restare fuori dalle scene ma il problema è nella storyline stessa. E uso il singolare perché sia a Raw sia a SmackDown la situazione attorno ai titoli femminili è la medesima. In entrambi i casi abbiamo due wrestler che fanno coppia e in entrambi i casi le due si sfideranno, titolo in palio, a WrestleMania. Non il massimo della fantasia considerando anche che dopo le campionesse e le sfidanti il focus dell’intera divisione non è nemmeno centrato su una donna ma su Reginald che, in perfetto stile James Ellsworth, dopo una brevissima parentesi piacevole inizia ad avere un timing televisivo eccessivo, tanto da comparire in entrambi gli show settimanali nemmeno si trattasse di Triple H.

Non ci resta quindi che guardare a come si svilupperà la situazione nella prossima settimana. L’appuntamento con noi è a domenica prossima con i pronostici di Fastlane, per poi lanciarsi dritti verso WrestleMania 37.

Davide Procopio
Fan di wrestling ma niente di serio (cit.) Laureato in sociologia dei processi culturali spera un giorno di poter scrivere della sociologia del wrestling. Nel tempo libero... non ne ha
15,645FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati