WWE PLANET #908 – CAMBIO DI PASSO

Il freddo è ormai arrivato sulla penisola, nebbie e nubifragi, Black Friday e piumini, i primi echi del Natale si fanno insistenti, gli ultimi dei Righeira sono ormai inudibili: l’estate è ormai finita da diversi mesi e per quanto si possa essere testardi, esattamente come tocca fare il cambio dell’armadio, alla WWE tocca cambiare passo con Roman Reigns.

Il ritorno di Reigns in estate è stato un evento catalizzatore, uno shock moment apprezzato soprattutto per il tanto sospirato turn heel, quasi catartico, evidente fin da subito e che ha rimesso a nuovo un personaggio reso a dir poco opaco dalla malagestione ostinata. Tutti o quasi felici della cosa, della nuova dimensione, della ventata d’aria fresca; persino disposti a sacrificare per l’ennesima volta Bray Wyatt all’altare di qualcuno. E se era più che giusto che nelle prime settimane si procedesse al rilento, se era comprensibile che la ricetta della WWE prevedesse una ebollizione a fuoco lento (pur non facendo mai dubitare del turn), se era persino accettabile che il tutto avvenisse con lo scarso supporto di motivazioni poco credibili; ora tocca cambiare passo per non perdere il vantaggio acquisito. Il feud con Jey Uso, contestualizzato e ben raccontato, coadiuvato da un’ottima resa nell’Hell In A Cell, ha preparato il terreno. La sottomissione post-faida del cugino ha accresciuto lo status. L’incrocio di spade con Drew McIntyre ha allungato il brodo, pur facendo intravedere le prime crepe. Da adesso in poi dovrà essere assolo pieno, virtuosismo altissimo, acuto chiarissimo: l’ex membro dello Shield è chiamato, attraverso la realizzazione di questo nuovo aspetto del suo character, a consacrarsi come il main eventer che la WWE ci ha sempre venduto senza averlo mai realizzato.

Dopo un po’ di tempo a decantare, è arrivato il momento di mettere a frutto la decisione – farlo davvero – cominciando a trasformare The Big Dog in quello che dovrà essere veramente: un monster heel. Forse abbandonando definitivamente i panni di quello che era prima o forse trasformandoli definitivamente. Forse trovando un avversario vero e proprio o forse macinandone a quintali. Forse vincendo tutto il possibile, più probabilmente iniziando a perdere quando serve perdere. Sicuramente cominciando a far entrare in gioco Paul Heyman per davvero. Ma il bello è questo: ci sono molteplici modi in cui raggiungere l’obiettivo prefissato, forse nessuno più giusto di un altro, e un fallimento sarebbe possibile quasi esclusivamente via testardaggine. Di certo c’è che è finito il tempo delle ambiguità, finito il tempo in cui si sta seduti in camerino, nel backstage o a bordo ring per tutta la puntata. Serve superare il replay al microfono per far permeare il concetto del Capofamiglia. Ed è fondamentale fare lo step successivo sul ring, per condurre e comandare, per dimostrarsi dominante, sì, ma anche per raccontare. In parole povere: ora tocca cambiare passo, fare sul serio. L’estate è finita da tempo e se persino Seth Rollins è riuscito a chiudere coi Mysterio (diciamo), allora bisogna fare questo passo. A mesi da quel ritorno, non basta più la soddisfazione di vederlo succedere, non si può più spostare i dubbi sotto al tappeto al grido di: “purché succeda”. Perché ormai è successo.

È fondamentale perché con nessun altro wrestler più che con Reigns è vivo il rischio di tornare nella pozza senza fondo del disgusto. Nessuno come lui ha un passato di così profondo rancore tra il pubblico, figlio di tanto smaccate beffe decisionali. È importante affinché persino Reigns, il consacrato prima ancora di consacrarsi, diventi l’ennesima incompiuta di quell’orchestra dissonante eppure ripetitiva che è diventata la WWE.

Daniele La Spina
Una mattina ho visto The Undertaker lanciare Brock Lesnar contro la scenografia dello stage. Difficile non rimanere incollato. Per Tuttowrestling: SmackDown reporter, co-redattore del WWE Planet, co-presentatore del TW2Night!. Altrove telecronista di volley, calcio, pallacanestro, pallavolo e motori.
14,924FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati