TW Risponde #372

Amici di Tuttowrestling benvenuti all'edizione #369 del TWR. Settimana interessante quella appena trascorsa, con un PPV TNA che ha visto Kurt Angle estromesso dalla leadership della Main Event Mafia e Mr. Kennedy licenziato poche ore dopo essere tornato al wrestling attivo dopo mesi di assenza per infortunio per motivi non ancora del tutto chiari anche se riconducibili a una serie di cause.
Fatto il giusto riassunto della settimana, via con la lista delle domande indesiderate:

[RIQUADRO3]

E adesso via con le risposte alle vostre domande!


Sono Angelo di Vercelli, sul match a Extreme Rules volevo per il titolo ECW dare una mia opinione: secondo me a vincerlo sarà Dreamer ma essendo abituato a sacrificarsi per la ECW si ritirerà lasciando il titolo vacante.

Un saluto ad Angelo da Vercelli.
Non per tutti, ma per i fan di vecchia data e gli amanti dell'hardcore di casa ECW quella di domenica potrebbe in effetti essere una data storica visto che Tommy Dreamer potrebbe disputare il suo ultimo match e ritirarsi, per quanto le parole ultimo e ritiro nel mondo del wrestling siano quanto mai relative. Così, per omaggiare Dreamer, i suoi fan e tutti i tifosi della vecchia e VERA ECW ho deciso di pubblicare questo pronostico dell'amico Angelo. E chissà che il suo pronostico non contenga in fondo un qualche elemento di verità.

Ciao Antonio, sono Marco da Bergamo e torno a scriverti dopo diverso tempo. Bando ai superflui (ma meritatissimi) complimenti e passiamo alle domande:
1) Negli ultimi tempi alcune news dicono che questo o quel wrestler non hanno la fiducia del management WWE perchè “non hanno fatto breccia nel cuore dei tifosi”. Ma come fanno a far breccia se i booker non fanno niente per fargli conquistare il pubblico? Ok, un wrestler nel personaggio che interpreta ci deve mettere anche del suo, ma non sono forse i booker a decidere la maggior parte (tutto?) del loro operato?
2) Io non condivido affatto la scelta della WWE di basare la gestione dei wrestler in base al merchandise. Stando ad un rumor, durante un meeting è stato proposto il turn di Cena, ma Vince in persona ha bocciato l'idea perchè Cena vende. Secondo te, è giusto mantenere alto il merchandise a discapito della qualità dello show? Cena è un ottimo worker e credo che anche da heel potrebbe fare bene, eppure a causa del fatto che vende, dobbiamo sorbircelo contro avversari che in passato ha già affrontato più volte (vedi Edge e Big Show). Turnarlo significherebbe dare vita a nuove sfide interessanti. Che ne dici?
3) Ultima domanda: perchè secondo te Burchill non riesce a sfondare? Le abilità sul ring non si discutono, forse dovrebbe migliorare un po' dal lato del carisma, ma perchè non concedergli un push credibile? Il fatto che non sia stato licenziato nel Titan Tower Massacre, nonostate lo scarso utilizzo fatto, mi ha fatto sperare che la WWE veda in lui uno su cui puntare, ma vedo che la situazione non è migliorata. Cosa ne pensi in proposito?
Bene, ti ringrazio per la tua attenzione e un saluto a te e a tutta la redazione.
Marco.

Un saluto a te Marco e bentornato nel TWR dopo una lunga assenza.
1. Beh diciamo che non esiste una legge precisa. In determinati casi è evidente lo scarso appeal di un wrestler indipendentemente da come viene proposto e viceversa è evidente che determinati wrestler piacciono proprio per come vengono presentati e, senza la giusta gimmick, non sarebbero dove sono. Insomma, proprio per la sua natura e visto come siamo abituati a veder fare il wrestling nelle major negli ultimi 15-20 anni, è assolutamente impossibile trovare la formula giusta o una legge valida per tutti i casi e quindi per tutte le gimmick. E su questo punto che Vince ed i suoi writer giocano per decidere il futuro dei lottatori, sentendosi indubbiamente come Dio. Spesso vanno a sensazioni se non proprio a simpatie ed antipatie per decidere le sorti di molti dei loro sottomessi, o peggio ancora vanno a casaccio. Dunque a volte, grazie al loro saper fare e alla loro esperienza ci prendono. Molte altre no. Prendiamo degli esempi di wrestler con scarsa (o che avrebbero avuto scarsa) presa sul pubblico per vedere come funziona il meccanismo. CM Punk. Anni fa, mi pare nel 2005, la WWE aveva pensato di farlo debuttare come wrestler sordo. Era quello il tempo dei wrestler afflitti da qualche menomazione o malattia e a quanto pare secondo alcuni writer vedere CM Punk lottare senza udito era una buona idea per fare soldi. Secondo te Punk sarebbe arrivato al titolo mondiale e a vincere due Money In The Bank con quel personaggio? Io penso che avrebbe fatto la fine di Matt Morgan, big man più che capace ma proposto come wrestler balbuziente e licenziato mesi dopo proprio perché non aveva fatto presa sul pubblico. Fortunatamente Punk si rifiutò dicendo nemmeno tanto velatamente che piuttosto che presentarsi con una simile gimmick sarebbe tornato senza tanti problemi nel circuito delle indy dove le offerte per lui fioccavano. E aivoglia a riscuotere il successo del pubblico lottando come un balbuziente o un sordo. L'esempio contrario a CM Punk è Billy Gunn. La WWE nel 1999-2000 tentò un paio di volte a lanciare Billy Gunn come wrestler credibile e come sicuro main eventer. Nonostante un push più che serio e la conquista di diversi titoli e trofei da singolo il caro e vecchio Billy non andò mai da nessuna parte perché secondo un po' tutti i colleghi era impossibile lavorare un match decente con lui e comunque al pubblico, di vedere Billy Gunn al vertice, non gliene importava davvero niente. The Rock arrivò a dire, dopo Summerslam '99, che piuttosto che lottare un'altra volta in PPV con l'allora Mr. Ass avrebbe preferito concludere il resto della sua carriera jobbando ogni notte a Brooklyn Brawler. Più o meno alla stessa maniera la pensava Triple H. E soprattutto, ribadisco che al pubblico di vedere Billy Gunn correre verso il vertice della federazione non importava veramente nulla. Casi di wrestler imposti al pubblico e poi piaciuti con l'andare del tempo se ne trovano ma sono tuttavia pochi. Uno di questi è senza dubbio John Bradshaw Layfield disprezzato un po' da tutti all'inizio della sua corsa mondiale perché ritenuto non credibile come campione del mondo e tantomeno come wrestler singolo, e successivamente in grado di conquistare la stima della gran parte dei fan WWE. Un altro personaggio mai arrivato al main event ma su cui la WWE dimostrava di voler puntare, avendolo riciclato diverse volte, è senza dubbio Mark Jindrak, che mai ha fatto presa sul pubblico e alla fine è stato licenziato. E vogliamo parlare di Steve Blackman che era grande, brutto, cattivo e sapeva le arti marziali? I commentatori ce lo ripetevano ad ogni secondo perché Blackman piaceva alla dirgenza (in particolare a Shane McMahon) e speravano di convincere gli spettatori che The Lethal Weapon era formidabile. Ma al pubblico di tutto questo non importava niente di niente che più niente non si può. Pertanto, tornando al tuo quesito dopo questi esempi, e parafrasando una persona decisamente più famosa di tutti noi, posso tranquillamente dirti che sono completamente d'accordo a metà con quello che hai detto. Ogni caso va valutato ed isolato da tutti gli altri.
2. Che onestamente non saprei. Se c'era da turnare John Cena, allora era da farlo quando un po' tutte le arene lo fischiavano per moda. Poi, dopo il suo infortunio, Cena è tornato ma non è stato più fischiato come prima. Ok, qualcuno ne prende ma quella moda sembra in lento quanto costante declino. Io al momento continuerei a tenerlo face quantomeno fino alla prossima Wrestlemania. Poi si vedrà quali sono i piani principali di Stamford. E sulla conclusione della tua domanda, non ho dubbi che John Cena possa fare non bene, ma benissimo da heel.
3. Beh Burchill può tranquillamente rientrare tra gli esempi della prima domanda. Le sue qualità sul ring sono indubbie e decisamente superiori alla media, ma non mi pare che i writer puntino molto su di lui. Dopo avergli dato la gimmick dello scopa sorella lo hanno abbandonato al suo destino. Senza pubblicità, senza vignette, senza segmenti parlati.

Ciao mitico A-Bomb sono Andrea da Brescia…. sono domande che tutte le volte che guardo show della WWE mi faccio e quindi spero d aver risposta al più presto da gente competente come te:
1- La prima domanda riguarda la più recente DX…. Se Hunter non si fosse fatto male dove si sarebbe potuto arrivare con questa stable???? E per quanto tempo si sarebbe potuto andare avanti????
2- La seconda domanda riguarda Batista…. Dal suo primo grande infortunio da top face l'Animale è per me diventato irriconoscibile…Da leone devastante è diventato un lottatore solo all'apparenza devastante mentre prima lo era di nome e di fatto…. A cosa si deve questo suo cambiamento???? Ad un cambio di set mosse o semplicemente ad un cambio di allenamenti???? O di abitudini????
3- Christian…. Capitan Carisma è sempre stato fra i miei preferiti sul ring ma soprattutto fuori… Ora che ha vinto l'alloro estremo cosa gli succederà???? E quando lo perderà secondo te rimarrà fra i main eventer o tornerà nel limbo dei jobber di lusso????
4- MVP…. nel mio percorso WWE ho sempre trovato nelle parole delle persone con cui parlavo di wrestling sempre grande diffidenza anche prima della losing streak…. Io sono molto fiducioso nel suo talento…. Dove potrà arrivare???? C'è da dire che a questa domanda mi sono sempre sentito dire “da nessuna parte”….. Tu che ne pensi di lui???
sono domande che mi incuriosiscono molto e confrontandomi con esperti come voi posso allargare le mie vedute…… Grazie ancora…
Saluti e complimenti a tutta la redazione….. Siete fantastici…. Ciaooooooo….

Un saluto a te Andrea e benvenuto nel TWR.
1. Queste sono quelle domande che mi mandano completamente in tilt. Complimenti quindi a te caro Andrea. Non saprei dirti per quanto sarebbe andata avanti la D-X ma sento di poter affermare che non sarebbe andata molto lontana da dove è arrivata. In fondo la D-X rivista un paio d'anni fa altro non era che una stable a due, formata da due amici, che da un lato volevano giocare sul fattore nostalgia e dall'altro volevano far divertire tutti i fan che avevano perso la prima D-X. Inoltre l'operazione D-X è servita a vendere un DVD decisamente sottotono (ma che ha venduto comunque parecchio) e tanto tanto merchandising. Non penso si potesse chiedere ed ottenere di più da questo progetto.
2. A me non sembra che, primi mesi a parte spesi a riadattarsi e qualche passo falso come il suo ultimo match contro Randy Orton a Judgment Day dove è stato decisamente sottotono, abbia perso tutta questa grinta e forza da leone, per citare parole da te dette. E' invece vero che ha iniziato a perdere tanto e quasi sempre in match che contano. Forse è questo che ha fatto cambiare la percezione di te e di moltissimi fan su Batista. Vedremo come il turn heel sempre più probabile inciderà su questa percezione e più in generale sulla carriera di The Animal.
3. Beh anzitutto, da tifoso di Christian, devo dire che non è che la conquista di questo titolo ECW gli abbia dato tutta questa notorietà, fama e successo. Sembra veramente uno di quei contentini che si danno ai wrestler parcheggiati, oppure a quelli strappati alla concorrenza per il gusto di farlo, senza avere la minima idea di come utilizzarlo e cosa fargli fare. Per assurdo penso che perdere la cintura ECW e passare a SmackDown (lo so che non ci sono draft in vista ma stiamo parlando di wrestling in cui non esiste una sola legge scritta) sia la cosa migliore che possa capitargli. Purtroppo non mi pare che i buoni match disputati fino ad ora siano serviti ad elevarlo nella scala dei valori e della popolarità di Stamford.
4. Non penso che non arriverà da nessuna parte ma come dimostrato dalla triste quanto assurda storia di Mr. Kennedy, culminata questa settimana col suo licenziamento, ogni pronostico ed ogni previsione lasciano effettivamente il tempo che trovano. Secondo me un giorno MVP sarà main eventer e vincerà il titolo mondiale. Magari però domani manda a quel paese Shane McMahon, oppure dice a Randy Orton che ha troppi tatoo, la gran parte dei quali sono banali e da truzzo, e allora scompare per sempre dal mondo del wrestling e addio main event e titolo mondiale.

Ciao Antonio son Matteo da La Spezia, anche se come ho detto l'altra volta di preciso son della provincia e son del comune di Bolano (posto che quasi nessuno conosce e a essere sinceri conosco di più la frazione Ceparana) a parte questo e i ringraizamenti per le risposte dell'altra volta vorrei farti delle domande:
1) Su che criteri si basano i Booker per la lunghezza dei regni da campione?
2) Ho letto che all'inizio delle loro rispettive carriere in WWE Undertaker e HBK venivano considerati i campioni del futuro e fin'ora dopo all'incirca 20 anni pur essendosi tolti molte soddisfazioni hanno avuto i titoli mondiali di durata abbastanza brevi il primo (il primo regno è durato 7-8 giorni) e medio durata il secondo (a eccezione dell'ultimo di 28 giorni). Come mai questa scelta?
3) I titoli di coppia ora che sono unificati non dovrebbero essere una sola cintura?
4) Una curiosità ma Booker T che personaggio aveva in WWE e ora in Tna?
5) Secondo te anche Edge riuscirà ad arrivare al record dei 16 titoli mondiali (HHH permettendo visto che lui è già a 13!) o ad avvicinarsi? Io rispetto la sceltas della WWE di fargli vincere e perdere i titoli così velocemente ma in poco più di 3 anni da nessun titolo è arrivato a 9!
6) Ora che la Hart Foundation si è riformata non sarebbe meglio richiamare Teddy Hart (spero si chiami così ma non ricordo)? così da potere formare uno stable a 4?
7) Sempre su Teddy Hart, lui di chi era figlio? nel senso è il figlio di qualche lottatore o di uno dei figli di Stu Hart che non han lottato nel pro wrestling (se ci sono)?
8) Mr.Kennedy potrà conquistare il titolo entro Wrestlemania 26 o prima? secondo me prima. Per te?
Con quest'ultima domanda ho finito e ti ringrazio anticipatamente per le risposte. Mi van bene anche se non le pubblichi e se hai tempo rispondermi privatamente.

Un saluto a te Matteo e bentornato nel TWR. E complimenti ancora per il cappello 
1. Beh anche in questo caso non esiste una legge precisa. Diciamo che tutto ruota attorno a quanta popolarità riscuote il wrestler come campione, unito alle storyline principali della federazione. Insomma, gente come Edge ha sempre reso con regni corti e non sappiamo ancora come e quanto potrebbe rendere con un regno duraturo. Altri come John Cena, funzionano indubbiamente meglio con la cintura alla vita per mesi e mesi. Idem Triple H che però alla lunga tende anche a stancare una discreta fetta ti tifosi.
2. Beh, diciamo che il loro essere campioni risiede proprio nel fatto che pur non avendo mai portato alla vita la cintura per lunghi periodi di tempo, entrambi sono considerati due leggende di questo sport. Basterebbe questo per rispondere alla tua domanda. Comunque Undertaker l'ha spesso e volentieri rifiutata proprio perché riteneva di non averne bisogno. Shawn Michaels ha preferito rifiutarla negli ultimi anni, cioè dal 2002 ad oggi, ritenendo anch'egli di non averne bisogno. Prima, cioè dal 1995 quando è diventato main eventer a tutti gli effetti, aveva invece come ostacolo la famosa quanto ridicola ed ingiusta legge secondo cui che solo i big man, salvo rare eccezioni, erano ritenuti campioni del mondo credibili. Inoltre al tempo era campione del mondo il suo amico Diesel e non penso che Shawn avesse tutta questa voglia di litigare con Kevin Nash. Ecco, se qualcuno su questo punto ne sa qual cosina di più è pregato di dire la sua. Ad ogni modo Shawn Michaels, una volta diventato campione del mondo nel 1996, ha avuto pochi anni davanti a sé per vincere più titoli mondiali dato che si è ritirato nel 1998 a causa gravissimi problemi alla schiena prima di tornare al wrestling lottato nel 2002.
3. La WWE non ha specificato se questa unificazione sarà PER SEMPRE oppure finchè un tag team non strapperà a Carlito & Primo una delle due cinture. E sinceramente penso che la WWE non lo abbia specificato perché non si è mai posta il problema. E comunque girare con due cinture fa più figo che girare con una. Anche perché due contentini sono sempre meglio che uno no? Ah, povera tag team division della WWE, come ti sei ridotta.
4. Nella WWE la gimmick che più lo ha reso popolare è senza dubbio quella di King Booker, in cui Booker T giocava a ricoprire il ruolo di re del ring e della WWE dopo aver vinto il torneo di King Of The Ring. Nella TNA al momento rappresenta un wrestler che, sentendosi una leggenda, pretende il rispetto da tutti ed in particolare dai wrestler considerati emergenti, come un po' tutta la Main Event Mafia a cui infatti appartiene.
5. Eh eh. Domanda da un milione di dollari. Al momento non saprei dirti. Magari entrambi arriveranno a 15 titoli mondiali e, con uno dei due titoli mondiali vacanti, il match per l'assegnazione della cintura sarà proprio tra Triple H e Edge. Così il vincitore raggiungerà Ric Flair. Oppure uno scenario simile si proporrà quando entrambi i wrestler, saranno già a 16 titoli mondiali. O semplicemente questi discorsi sui titoli sono fini a se stessi e buoni solo per discutere tra noi fan ed in sede di booking team tra Triple H e gli altri capoccioni di Stamford.
6. Si chiama Teddy Hart ma al momento eviterei altri ingressi. Già non si capisce bene come questa stable possa avere continuamente nuovi spunti considerando che nella ECW ci sono pochissimi wrestler e ancora meno sono quelli credibili e degni di farti fare un salto di qualità. Sicuramente, anche in questo caso, un passaggio in tempi brevi a SmackDown non potrebbe che favorire i giovani Hart (anche se Tyson Kidd è un affiliato e non è imparentato con gli Hart). Ad ogni modo, tornando a Teddy Hart, non so se la WWE vorrà mai riprenderlo dopo aver dimostrato di avere gravissimi problemi caratteriali nelle proprie federazioni satellite e più in generale nelle indy. Ed il fatto che nemmeno la TNA abbia mai voluto investire sul serio su di lui la dice probabilmente lunga sui suoi problemi.
7. Teddy è figlio di Georgia Hart, una delle figlie di Stu Hart. Stu infatti assieme alla moglie aveva messo al mondo ben 12 figli.
8. Domande come queste sono il chiaro segnale che l'email è stata mandata prima venerdì sera…

Ciao Antonio, sono di nuovo io, Marco da Terracina, il fan della vecchia ECW.
Ho deciso di riscriverti perchè, con la risposta che mi hai dato qualche
settimana fa, mi hai ulteriormente dimostrato che sai il fatto tuo, anche se
non ce n'era bisogno, visto che già da tempo avevo intuito la serietà e la
preparazione tua e dei tuoi colleghi. Ergo, vale certamente la pena di proporti
questioni da analizzare! E ho deciso di chiederti cosa ne pensi del caso Kane.
Mi sembra oramai arcinoto di quanto la WWE lo abbia bistrattato in questi
ultimi anni… con la storia di Rey Mysterio e delle maschere poi si è
veramente toccato il fondo. Ma allora, se la WWE non lo ritiene adatto al giro
che conta, perchè negli ultimi anni non ha fatto altro che sfornare suoi cloni
e pusharli all'inverosimile?? Prima Heidenreich, poi Snitsky (quello completamente pelato dell'ultimo periodo)… risultato? Heidenreich si era
ridotto ad un poeta da 4 soldi ed è stato ben presto cacciato a pedate, Snitsky
è passato dalla prima gimmick da pazzoide ad interpretare quel ruolo alquanto
bizzarro ma ridicolo, e poi è passato ad essere un vero e proprio “secondo”
Kane. La WWE ha sbagliato con molti personaggi, oltre a questi due, ci metto
nel calderone anche Boogeyman e Great Khali. I bookers, anzichè spendere tempo ed energie a creare questi personaggi mostruosi, non potevano concentrare i loro sforzi su Kane anzichè ignorarlo e dare spazio a personaggi discutibili che col wrestling non c'entravano nulla??? Per esempio, penso fossero consapevoli che Boogeyman, pur “vincendo” a Wrestlemania, non sarebbe mai diventato world champion… o no? Meglio investire su Kane, che è una garanzia sia come persona che come lottatore. Che ne pensi?

Un saluto a te Marco e bentornato nel TWR e grazie per i troppi complimenti che mi hai fatto.
Che dirti… è dal 2004, salvo una breve pausa, che mi fanno condurre questa rubrica ed è dal 2004 che devo rispondere allo stesso tipo di lettere per quanto riguarda Kane, un wrestler ed un personaggio che alla lunga è stato sicuramente più amato ed apprezzato qua in Italia che non negli USA ed a cui, senza dubbio, han creduto più i fan italiani che i writer americani della WWE. La mia risposta è dunque sempre la stessa: Kane è probabilmente visto come nulla più che il fratello di Undertaker e come tale avrebbe dovuto subire una serie di sconfitte da parte del fratello prima di scomparire nel dimenticatoio. Una certa presa sul pubblico e l'indubbia serietà del wrestler Glen Jacobs hanno invece contribuito a tenere in vita questo personaggio dal 1997 ad oggi. Però mi pare quanto mai evidente che nessuno in casa WWE sa come usarlo, oppure che voglia usarlo meglio di quanto sia stato fatto fino ad oggi. E per quanto riguarda Heidenreich, Snitsky e simili, ritengo che la WWE stesse semplicemente pensando di scovare qualche nuovo big man, possibilmente anche interessante, fallendo tuttavia miseramente nel suo scopo. I fatti però non vanno mischiati a mio modo di vedere con i mancati push a Kane dato che occorre sempre sforzarsi di trovare qualcosa di nuovo. Altrimenti non si va mai avanti. Infine va fatto notare come Boogeyman sia sempre stato proposto come un comedy wrestler e mai come nulla di veramente serio.


E terminata la fila di risposte alle vostre domande è tempo del concorso SMISTA LA LISTA. La scorsa settimana vi avevo chiesto: Chi sono stati secondo voi i cinque migliori heel di sempre nella storia del wrestling, o quantomeno tra gli heel che avete potuto ammirare voi? Ecco le risposte giunte dai lettori.

Ciao, sono Fabrizio da Pergine Valsugana (Trento).
da bambino seguivo la WWF su Italia1, successivamente ho avuto modo di seguire le varie evoluzioni del wrestling business e anche di aggiornarmi con tutti i mezzi possibili (tv, internet, dvd, vhs e quant'altro…) sul passato remoto, ora seguo il “wrestling biz” prevalentemente (per non dire solo) via web (e grazie al Vostro sito ho la possibilità di aggiornarmi in tempo reale! thanks a lot!). Ciò premesso passiamo alla classifica (è stata dura, perchè me ne vengono in mente a decine):
1) RIC FLAIR: grande come Hogan a livello di personaggio, carisma, star power, titoli vinti, influenza sul business, numero e fedeltà dei fans, lo supera invece ampiamente in quanto a anni di carriera, tecnica (almeno la figura 4 la sapeva fare, ahahahah!), dedizione al business. L'heel per eccellenza!
2) Ted Di Biase Senior: il padre del tirapiedi di Randy Orton nella legacy ha basato tutta la sua carriera sull'odioso personaggio che comprava e intrallazzava a destra e a manca tutto e tutti, asservendoli ai suoi biechi scopi (roba da far passare in terzo piano persino gli intrallazzi dei nostri governanti…). Fa scalpore venire a sapere poi (ora che c'è internet e si può apprezzare il business e i suoi protagonisti sia in chiave mark sia smart!) che era ed è una buonissima persona, la quale si distingue per tutt'altri motivi nella vita reale. Tra le storyline per cui verrà ricordato, sicuramente un posto di rilievo quelle che coinvolsero Andrè The Giant e Hogan nell'87 (con l'acquisto del titolo vinto da Andrè, il titolo vacante, torneo, etc..) e il primo Undertaker a inizio anni '90…
3) Jake The Snake Roberts: altro heel per eccellenza, terrore dei bambini di ogni generazione. Zero tituli, ma carisma e impatto sul business ai massimi livelli, a differenza di TDB non si è distinto per niente nella vita reale, anzi si è rivelato peggio di come era sul ring, rovinandosi in parte la vita e la carriera.
Verrà ricordato anche per le sonore umiliazioni subite da grandi cattivoni quali Earthquake (Damien R.I.P. ahahaah), Undertaker degli albori a WM e per il feud grottesco del '91 con Macho Man (ricordate il morso del cobra con successivo match settimana dopo a Tuesday in Texas…
4) Abdullah the Butcher… non sempre heel, anzi molto amato in varie promotions dai fans (es. in Giappone) e spesso usato anche come face, comunque personaggio unico nel suo genere il buon Larry immagino avrà terrorizzato orde di piccoli fans in giro per le indies americane per decenni!
Annunciato come sudanese, in realtà nato e vissuto in Canada (dove ha combattuto il match di ritiro da tenero nonnetto simil-face quest'anno a quasi 70 anni!), lo ricorderemo come pioniere heel (ben prima di Foley e anche e soprattutto dei Funk Brothers…) che sforchettava avversari su avversari con inaudita (e manieristica a dir il vero…) violenza.
5) Undertaker… più face che heel, comunque non può non stare in questa classifica il personaggio al quale è stata cucita attorno la più grande gimmick della storia è stato comunque l'heel per eccellenza agli albori della sua carriera WWF/E… a inizio anni '90 come non ricordare il suo apparire a sorpresa per mano di TDB, i bambini che intimoriva alla sua entrata e i pianti provocati in tutti loro quando distrusse Hulk Hogan, il terrore che incuteva la sua gimmick iniziale del becchino (Kane the Undertaker con annessa spiegazione superficiale del mitico Dan Peterson!!!).
FUORI CLASSIFICA) Vincent Kennedy Mc Mahon… personaggio incredibile nelle sue varie sfaccettature, il comparire del perfido owner negli show durante l'Attitude Era ha rivoluzionato il wrestling business come e più di quanto fatto off-screen da questo uomo incredibile. La faida con Stone Cold e tutti gli annessi e connessi, le successive post-Attitude Era con Mr.America/Hogan e con HBK/GOD sono solo alcune delle storyline per cui lo ricorderemo.
Scusandomi per la mancanza di sintesi (se per caso mi pubblicaste credo che dovrò avere un numero del TWR solo per me…), saluto e ringrazio.
Fabrizio.

PS by A-Bomb: complimenti per la scelta di Abdullah The Butcher, davvero di cuore.

Ciao A-Bomb, sono Cristian da Alghero!
Secondo me i migliori Heel sono stati:
1) Brock Lesnar: un mostro ed una forza della natura di cui personalmente sento molto la mancanza.
2) Jake The Snake Roberts: davvero un maestro, forse il migliore a livello psicologico.
3) Sid Vicious: lo adoravo, aveva un carisma immenso ed è un peccato che abbia avuto poca fortuna.
4) Earthquake: il gigante che mise K.O. l'Hulkster e che uccise Damien, il serpente di Jake Roberts.
5) Kane: per me E' il monster Heel perchè è uno dei pochi big men che sul ring ci sa fare. Avrebbe meritato maggior considerazione da parte della dirigenza. Resta il fatto che potrebbe mandare over molti atleti in maniera più convincente da Monster Heel nei Main Eventer che non come Big Red Jobber Machine. Da utilizzare nella maniera giusta.
Grazie, a presto.

Ciao,sono Berny da Salerno.
Ritengo che, in assoluto, Ric Flair sia stato il miglior heel di tutti i tempi.
Al secondo posto metterei il Triple H leader dell'Evolution…
Al terzo Edge, colui che, credo, da qualche anno a questa parte sia il miglior heel presente in WWE.
Al quarto posto metterei,anche se non è propriamente un lottatore, Mr.Mcmahon…
Al quinto a parimerito, Nikolai Volkoff e Iron Sheik.

Matteo da Brescia:
I 5 migliori heel:
1) Ric Flair
2) Ted Di Biase
3) Shawn Michaels
4) Vader
5) Kurt Angle

Buon giorno a Tutti.
Con il benestare del Dottò, Pacbig – PG propone la sua lista degli Heel più odiati, che risulterebbe più d'effetto letta dalla posizione 5 alla 1.
Ric Flair: me lo ricordo al suo esordio nella allora WWF. Era quello il periodo dei Big man come Hulk Hogan o Ultimate Warrior. Vedendo quel “omino” dal fisico asciutto e poco alto non capivo come potesse essere il tanto decantato pluricampione dall'allora commentatore Dan Peterson. Oltre la delusione sono due gli episodi a cui mi rifaccio per giustificare la presenza del Natur Boy alla prima posizione della mia lista. La Rumbe vinta nella 1992 che metteva in palio il titolo WWF. Entrato tra i primissimi, pestato da tutti, arriva in fondo con Hulk Hogan e Sid Justice. A quel tempo Sid mi era simpatico e avrei voluto vederlo campione, invece l' “omino” lo elimina conquistando il titolo in palio. Il secondo è, forse, la prima vera storyline che ci hanno mostrato in quel tempo in cui di solito si vedevano incontri fra un Big man e un jobber. Ric Flair che cercava di destabilizzare il rapporto tra Macho Man e Miss Elisabeth, mostrando una foto, rivelatasi poi un fotomontaggio, di lui che abbracciava la fidanzata di Randy Savage.
Undertaker: oggi il becchino è uno degli atleti più amati dai ragazzini, ma quando esordì nelle Survovor Series del 1990 nel team di Ted Di Biase, al suo ingresso tutti erano terrorizzati ed i bambini piangevano.
Sergent Slaughter: il militare rinnegato mi sembrava la caricatura di un Big man, e lo ho odiato dopo che nella Royal Rumbe del 1991 vinse il Titolo WWF da Ultimate Warrior e poi da campione si rivela essere quali imbattibile.
HHH: faccio riferimento al padre padrone della Evolution. Quello forse non era il suo periodo di forma migliore, ma grazie alla sua stable riusciva a fare il bello e il brutto tempo. Tutto precipita dopo Wrestlmania XX quando perde il titolo WWE a favore di Chris Benoit. Prima esclude il suo discepolo Randy Orton quando vince il titolo dal Canadian Crippler. Prima lo abbraccia, dopo che Batista lo ha preso sulle spalle per festeggiare, HHH fa il segno di pollice verso e Orton finisce vittima di una Elettric Chair. Una volta che The Animal vince la titol shot a Royal Rumbe 2005, cerca di depistarlo tentando, invano, di indirizzarlo verso il titolo dei pesi massimi detenuto da JBL. Dopo aver abdicato al titolo ancora una volta e il turn face di Batista, la Evolution cessa definitivamente di esistere, e come ciliegina sulla torta, inizia un violento feud contro Ric Flair.
Kurt Angle: il padrino della Main Event Mafia, capace di prendersela con i suoi stessi alleati, di fare un “colpo di stato” prendendo temporaneamente la guida di Impact, e tentando poi di corrompere il “potere costituito” seminando zizzania tra Jeff Jarret e Mick Foley.

Gianni
Eccoti ora la mia lista riguardo ai 5 migliori heel del wrestling:
1) Triple H, il cattivo per eccellenza
2) Hollywood Hogan (il turn heel di Hulk Hogan fu memorabile)
3) Kurt Angle in versione Main Event Mafia
4) Edge
5) Randy Orton, un buon lottatore bravo a fare il cattivone.

Ciao A-Bomb, sono Michele da Roma; di seguito le mie preferenze, preciso che ho sempre adorato gli heel, e quando guardavo il wrestling chiunque le suonasse ad Hogan era automaticamente il mio preferito.
1) The Undertaker, quello della gravest challenge con Hogan; che figata all'epoca vedere questo wrestler con un'aurea soprannaturale contro la quale nemmeno l'Hulkamania di quel borosio di Hogan poteva nulla. Il silenzio innaturale dell'arena quando strappò il titolo ad Hogan a Survivor Series sarà sempre tra i miei ricordi preferiti.
2) Brock Lesnar, credo che nessun wrestler abbia avuto la sua forza fisica, lo guardavi sul ring e la sua credibilità era massima… la sua F5 era una mossa spettacolare e devastante; un vero peccato per il mondo del wrestling averlo perso; ricordo di aver goduto un sacco quando lascio Hogan in una pozza di sangue…
3) Ric Flair; il mio ricordo più intenso è la vittoria alla Rumble, ma il Nature Boy all'epoca aveva già un curriculum megagalattico. Inutile aggiungere altro.
4) Ted Di Biase: ottimo personaggio e ottimo lottatore…se avesse lottato oggi con le modalità attuali di cambio titolo sarebbe stato pluricampione… la banconota infilata nella bocca dell'avversario sconfitto era una scena tutta da gustarsi.
5) Mr. Perfect: è riuscito nell'impresa di interpretare il personaggio del “sono fico, so fare tutto” senza ridursi minimamente a macchietta (come succede invece oggi ai vari MVP e Miz)e mantenendo una grande credibilità…anche perchè quando saliva sul ring era davvero perfetto!
Ciao e ancora complimenti per il sito.


E adesso è ancora tempo di SMISTA LA LISTA. Tra due settimane, a concorso concluso, vorrei proprio sapere da voi… Quali sono stati i migliori cinque tag team di sempre o quantomeno i cinque migliori tag team che avete visto in azione? Rispondete rispondete e rispondete.

Bene, questa edizione del TWR per questa settimana si chiude qua. L'appuntamento è quindi rimandato alla settimana successiva a Extreme Rules.

Saluti,

[RIQUADRO2]

14,815FansLike
2,610FollowersFollow

Ultime Notizie

Shorty G torna ufficialmente al suo vecchio ring name

Ritorno al passato per Shorty G, che nell'ultima puntata di SmackDown ha deciso di tornare a riutilizzare il suo vecchio ring name.

Eric Bischoff: “Al wrestling attuale mancano storie”

Eric Bischoff discute della mancanza di storyline di livello nel wrestling attuale.

Classifica dei 10 programmi più visti in settimana sul WWE Network

Nuovo weekend e nuova top dei dei programmi più visti sul WWE Network nella settimana precedente Hell in a Cell.

La NJPW annuncia due imminenti match titolati

Titoli di coppia Junior e IWGP difesi nel tour di Power Struggle.

Articoli Correlati