WWE ROYAL RUMBLE 2005

Un saluto e benvenuti a questa nuova edizione di Stamford Report dedicata alla Royal Rumble 2005. Sto scrivendo questa intro in tutta fretta in quanto sto per andare allo stadio (Lazio-Brescia col rischio retrocessione sempre più consistente), per cui passo subito ai commenti sugli incontri altrimenti sarò costretto a vedere la partita su Sky…

One on One Match:
Edge vs Shawn Michaels: 7-

Discreto incontro d’apertura, anche se al di sotto delle potenzialità di questi due wrestlers. Probabilmente, in considerazione della loro successiva partecipazione alla rissa reale, Shawn Michaels ed Edge hanno combattuto con il freno a mano tirato, disputando così un match non molto veloce ma comunque nel complesso solido. I due sul ring hanno saputo metter su una sfida credibile anche se poco spettacolare, un po’ come vuole lo stile WWE, e grazie anche al buon supporto del pubblico sono riusciti ad offrire uno spettacolo coinvolgente per il pubblico da casa. Alcune fasi di stallo nella parte centrale del match hanno tolto qualcosa al giudizio complessivo, ma il finale più concitato ed i numerosi schienamenti (anche se mai troppo convincenti, compreso quello finale) hanno ravvivato il match nel suo complesso.

Casket Match:
Undertaker vs Heidenreich: 6+

Sicuramente al di sopra di ogni più rosea aspettativa. Taker ed Heidenreich sono riusciti a metter su una sfida godibile sotto ogni punto di vista combattendo così buon casket match, con tutte le limitazioni del particolare incontro. E’ stato un match che pur senza dare sfoggio di tecnica (anche se Taker ha esibito all’inizio alcune delle sue manovre di sottomissione stile MMA) è risultato coinvolgente e privo di fasi di stanca, ravvivato anche dalla presenza di Snitsky e Kane (uscito fuori a sorpresa dalla bara) che a pochi minuti dall’inizio del match sono entrati nel vivo dell’azione per poi dileguarsi tra il pubblico. E’ stato un casket match che ha avuto anche alcuni spunti originali, con la bara utilizzata in alcuni spot (ottima la leg drop di Undertaker sul coperchio della bara con Heidenreich chiuso a metà all’interno della stessa) inediti per questo tipo di sfida. La vittoria di Taker ha sorpreso i molti che si aspettavano il finale visto nel casket match della RR94 e RR98, e la speranza è che serva per chiudere un feud che si potrae da diverso tempo.

WWE Championship No Disqualification Triple Treath Match:
JBL vs Big Show vs Kurt Angle: 7+

Decisamente un discreto triple threat match. Come da consuetudine in questo tipi di incontri è stato un match intenso e privo di pause, con i 3 wrestlers coinvolti sia in alternanza sia simultaneamente. Parte del match è stata combattuta a bordo ring, ed in questo frangente si sono visti due spot interessanti: prima Big Show è caduto dalla scaletta metallica finendo sul tavolo dei commentatori di SD!, poi franando contro JBL ha sfondato la balaustra che protegge il pubblico a bordo ring (uno spot sinora mai visto). Discreto anche il frangente combattuto sul ring con JBL ed Angle alleati contro Big Show, e molto concitato il finale con le interferenze di Jindrak, Reigns, Orlando Jordan ed i Bashams. Con qualche minuto in più il match poteva risultare decisamente migliore, ma forse il casket match tra video di recap, ingresso della bara ed entrate dei wrestlers è durato più del previsto.

World Heavyweight Championship Evolution Banned From Ringsite Match:
Triple H vs Randy Orton: 7–

Discreto ma senza convincere appieno questo main event tra HHH e Randy Orton. Dopo un buon inizio intenso e con scambi veloci, il match è calato d’intensità allorché HHH ha iniziato ad infliggere danni al ginocchio infortunato di Orton. Da questo momento in poi il match si è mantenuto su livelli sufficienti, ma senza mai risultare esaltante anche perché il pubblico sembrava veramente poco propenso a supportare Randy Orton. La fase finale ha visto The Legend Killer vendere in maniera commovente un trauma cranico in seguito ad una ddt mancata, ed è stata una fase veramente molto lenta anche se credibile. Ci sono stati alcuni schienamenti nel segmento conclusivo, ma nessuno dava l’idea di essere decisivo, ed il pin finale da parte di HHH è giunto senza un particolare climax in grado di suggellare il momento. Ancora una volta non sono riuscito a riscontrare quel feeling sul ring che Triple H dice di avere con Randy Orton.

30 Men Over the Top Rope: 8-
Buona rissa reale, sicuramente non al livello della precedente o di quella del 1992 ma comunque piacevole nel suo complesso. Quest’anno la WWE ha preferito mandare subito sul ring alcuni dei pezzi migliori (Benoit, Guerrero, Edge…) tenendoli sul ring per diverso tempo per rendere sempre la sfida interessante. Questo ha fatto si che la sfida sia risultata nel suo complesso abbastanza lineare, anche se ci sono stati dei momenti molti interessanti in grado di spezzare il ritmo della contesa: il trattamento riservato a Puder, quello ad Hassan, il segmento Raw vs Smackdown che ha esaltato il pubblico, la lotta tra HBK e Angle ed il particolarissimo finale con Batista e John Cena che ha caratterizzato in maniera notevole l’intera sfida. Si legge dai report che il segmento finale tra Cena e Batista sarebbe dovuto durare più tempo, ed è un peccato che sia stato così breve in quanto nella sua breve durata è stato incredibilmente coinvolgente.

PPV: 7+
Finalmente un buon PPV per la WWE come non si vedeva da diverso tempo. Dopo numerose prove scadenti la federazione di Stamford riesce a metter su un evento molto piacevole, anche senza aver settato nuovi standard soprattutto per l’undercard (se così la possiamo chiamare). La Royal Rumble 2005 è riuscita nell’intento di coinvolgere dall’inizio alla fine, con un discreto match d’apertura, un piacevole gimmick match e due incontri per il titolo per pur senza far gridare al miracolo sono riusciti perlomeno a risultare di livello più che accettabile. Forse HHH vs Orton poteva offrire di più per tanti motivi, ma credo che le difficoltà di Orton nel farsi accettare come face da tutti i tifosi abbia influito molto sulla riuscita dell’incontro. Undertaker vs Heidenreich è stato un match piacevole, non perfetto in tutti i frangenti ma comunque sempre coinvolgente grazie al particolare gimmick match ed alle interferenze. Meglio il triple threat match con JBL che ancora una volta difende il titolo con una buona dose di opportunismo, accrescendo ancora di più nei tifosi la voglia di vederlo sconfitto. Buona anche l’idea di annunciare subito il Barbed Wire Steel Cage Match di No Way Out tra JBL e Big Show, in modo da creare subito attesa per un match che si svolgerà tra poche settimane. La rissa reale, ciò che maggiormente caratterizza questo PPV, è stata di buon livello: nulla di memorabile per carità, ci sono risse reali migliori, ma mi è piaciuta ed ha saputo sfruttare bene le possibilità di questo particolare tipo d’incontro. Poteva essere sfruttata meglio qualche rivalità in corso, ma ne sono state create comunque di nuove ed interessanti. Spero possa avere un seguito il Raw vs Smackdown visto ad un certo punto perché è stato veramente intrigante, ed il pubblico è sembrato incredibilmente coinvolto da questo segmento assolutamente inatteso e ben congeniato. Molto originale il finale che però per un attimo aveva fatto tornare alla mente in fantasmi della RR94: il post match tra Batista e Cena è stata una conclusione inattesa, così come il coinvolgimento di Vince McMahon (che si è distrutto anche un ginocchio per entrare sul ring).Nel complesso dunque un bel PPV che vale la pena vedere, e la speranza è che sia la RR2005 il vero inizio anno della WWE (dimentichiamo in fretta New Year’s Revolution…).

Alla prossima

15,941FansLike
2,607FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati