GREAT AMERICAN BASH 2004

Salve a tutti e benvenuti a questa nuova edizione di Stamford Report, oggi sorprendentemente a cura di CDB. Eh sì, purtroppo (o per fortuna?) David Grauli è in vacanza e di conseguenza in data odierna lo sostituisce CDB, che tempo fa ideò ed iniziò proprio con David Grauli questa rubrica. Per la vostra gioia dunque, un ritorno davvero niente male… comunque, se siete pronti, direi di non dilungarci oltre e di passare all’analisi – o meglio alle valutazioni – di questo PPV, ossia WWE Great American Bash.

WWE US Championship: John Cena (c) vs Booker T vs Rene Duprèe vs Rob Van Dam – 6,5
Ottimo match per iniziare, dal momento che l’incontro aveva anche un minimo di attesa per quello che si era visto nelle ultime puntate di Smackdown!. Pessima invece la scelta di eliminare Rob Van Dam per primo, visto che era quello che stava facendo meglio di tutti, e questa non è una sorpresa… subito dopo di lui Rene Dupree, che dimostra ancora una volta di essere un ottimo protagonista e soprattutto un eccellente personaggio. Anche per lui, quindi, eliminazione. Facile no? Finiamo con un Booker T vs John Cena che non è malaccio ma che non regala particolari emozioni… scontata a quel punto la vittoria dell’attuale US Champion, in seguito alla solita F-U. Buon match, pessimo booking.

Charlie Haas vs Luther Reigns – 5,5
Praticamente abbiamo Charlie Haas che nel backstage è pronto, già vestito e già oliato, e SORPRENDENTEMENTE Kurt Angle lo convoca per un match… sono i casi della vita. Carpe Diem, insomma. Un due e via nel ring, con Luther che dilaga con le sue power moves e Charlie che controbatte con la sua tcnica. Onestamente, non sarebbe tanto male… ma il problema è che, al di là del culo a stelle e strisce di Jackie Gayda, di questo match frega poco o niente a nessuno. Non so dove la WWE voglia arrivare con Luther, ma credo non lontanissimo, o almeno spero. Con la gimmick della guardia del corpo fidata – togli Diesel – raramente si è fatta grande strada. Vedi Batista, Big Bossman, Test, Viscera… serve altro?

Cruiserweight Championship: Rey Misterio (c) vs Chavo Guerrero – 7
Chavo, senza Classic, riesce comunque bene nel suo personaggio è sul ring è davvero un grandissimo professionista. Lo definirei UTILE, così su due piedi. Rey è sempre molto over e il suo match ne guadagna… ottima la velocità, lo stesso dicasi per la intensità, forse avrei optato per qualche tentativo di pin in più. Comunque, molto buona la prestazione di entrambi. Bello anche il finale con un reverse non facile da eseguire e comunque – apparentemente – riuscito alla perfezione. L’unico problema è che questo è il meglio che la WWE può offrire al momento in quanto a pesi leggeri e, pur se effettivamente è molto, l’interesse verso di essi non è poi così elevato. Può far riflettere.

Kenzo Suzuki vs Billy Gunn – 5
Match ovviamente messo in piedi al solo scopo di lanciare Kenzo Suzuki. Job, logico e nemmeno troppo pulito, di Mr Ass. Fermo restando che i giapponesi non sono mai stati troppo fotogienici, a me sto Suzuki non mi dice proprio niente. La gimmick di Hirohito forse gli avrebeb conferito più lustro, ma ad ogni modo siamo sempre lì… qualche buona mossa, non c’è dubbio, ma una presenza fisica tutt’altro che impressionante. E anzi, di impressionante in questo incontro non c’è stato proprio niente. Se poi Suzuki dovesse prepararsi per qualche match importante… mah, non ci spererei più di tanto, fossi alla WWE. A questo punto sarebbe meglio richiamare Hakushi.

Sable vs Torrie Wilson – NG
Non sono mai riuscito a valutare i match femminili e non intendo farlo in questa occasione… voglio dire, vedere Sable e vedere Torrie è sufficiente, poi non è necessario che se le diano di santa ragione… è importante che la diano, al massimo. Well… scherzetto ok? Amici… non dico più niente ok? Noi solo campioni, ex campioni, primi sfidanti, o – e dico o – qualcuno che è appena approdato alla federazione e si deve mettere in mostra. Comunque match inutile ok?

Mordecai vs Hardcore Holly – 5
E se si parla di inutilità, eccoci qua. Holly continua ad accumulare job nei PPV, e questa volta ne guadagna Mordecai. Ora, non ci sarebbe NULLA di male in tutto questo, ma ehi… *spoiler* che senso ha far perdere poi a Smackdown! Mordecai contro Rey Mysterio?? E’ un NONsenso trapattoniano, un buttar via in un secondo il lavoro svolto in questi mesi dai vari Scotty 2 Hotty, Paul London, Billy Kidman, lo stesso Holly, Spike Dudley… solo per citarne alcuni. Restando al match, la sua inutilità viene comunque aumentata da quanto appena esposto; un vero peccato, soprattutto se si spreca un job di Hadrcore Holly… isn’t it?

WWE Championship: Eddie Guerrero (c) vs JBL – 7,5
Probabilmente qui qualche critico di Bradshaw dovrà un pò ricredersi. A me personalmente è sempre stato tra i più simpatici, ma allo stesso tempo l’ho anche ritenuto una gran pippa 4 life. Ora, intendiamoci, non che sia diventato un fenomeno, ma per lo meno come personaggio funziona ALLA GRANDE e soprattutto con un pò di impegno, voglia (e forse motivazioni, che prima evidentemente erano limitate) ha dimostrato che sul ring ci sa stare. Ottimo il suo incontro, così come ottima è stata la prestazione di Eddie Guerrero, abilissimo nel corso di tutta la contesa. Interessante anche l’idea dei “pulsanti” ai quattro angoli del ring, se non altro per incentivare un pò il pubblico a rimanere con il fiato sospeso. Il finale, che apparentemente sembrava scontato, si rivela splendidamente sorprendente e soprattutto per nulla deludente… Bradshaw campione WWE. Chi l’avrebbe mai detto? E’ sintomo di una federazione in crisi? Di un wrestling dove non ci sono più gli eroi di una volta? Watcha gonna do? A mio avviso è semplicemente una GRANDE scelta di Vince McMahon, che ha capitalizzato il più possibile intorno al suo character preferito. Saluto nazista? Licenziamento CNBC? Ben venga… ben venga, dice Vinnie Mac. Ora c’è un campione così heel che nemmeno Triple H a Raw o il Brock Lesnar dei tempi d’oro. Sarà un pò flaccidone e non sveltissimo, ma nel frattempo un cattivone così, in uno show come Smackdown!, ci voleva proprio. We’ll se what he can do…

The Undertaker vs Dudley Boyz – 6,5
Non mi riesce facilissimo dare una valutazione… così spero di accontentare tutti con il 6,5: quelli che si sono emozionati per il finale e per la fine (?) di Paul Bearer, quelli che invece si sono annoiati nel corso dell’incontro (i Dudleyz nel main event di un PPV WWE? What the hell??? E non è la prima volta…). Anyway, Paul Heyman gioca un ruolo importante, Undertaker devo dire si dimostra piuttosto abile, ma il match in sè vale veramente poco. Come previsto, il momento più emozionante è il finale, anche se forse è risultato un pò scontato (non mi direte che non si vedeva che Bearer era destinato alla cementificazione?). Pessimo invece l’effetto sommersione… con una persona normale che sarebbe già morta a metà della colata per schiacciamento degli organi. Ma si sa, i poteri di Taker sono immensi e soprannaturali… da rivedere, e da valutare anche in seguito alla sviluppa. VinceRussata.

PPV: Well… (6)
Se avete finito gli esami, se non state al mare, se non avete poi molto da fare e c’avete pure un pò caldo… beh, io lo guarderei. Il primo e gli ultimi due match sono comunque avvincenti, gli altri sono invece piuttosto scialbi ma l’atmosfera che si respirava sembrava comunque positiva. L’idea della WWE di caratterizzare l’evento vestendo le divas a tema e soprattutto recuperando uno splendido striscione per il bordo ring e per l’arena ha dato senza dubbio al PPV quel senso di “evento” che non si vedeva da un pò di tempo (non so, mi viene in mente lo striscione Royal Rumble in giallo e rosso che era un pò un sogno per noi bambini). In più, ve lo dico subito, questo PPV verrà ricordato PER SEMPRE come la notte in cui Bradshaw ha vinto il titolo mondiale. Non so bene come finirà… però ripeto, è comunque un pezzo di storia. And you don’t wanna miss it… giusto??

CDB

15,941FansLike
2,607FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati