THE OTHER SIDE #70 – WELCOME BACK

WELCOME BACK

Bentornata NJPW. Posso dire soltanto questo ad inizio di questo nuovo numero dell’Other Side che torna sulle pagine di TuttoWrestling. Chiaramente il COVID non ha risparmiato la compagnia nipponica che solo recentemente ha avuto il via libera per riprendere i propri show nel rispetto delle norme di sicurezza che ormai siamo abituati a vedere in WWE: assenza di fan, solo personale strettamente necessario a bordo ring per garantire il regolare svolgimento e la ripresa del match.

Per ritornare alla normalità ovviamente servirà pazienza ma per il momento abbiamo la possibilità di goderci la New Japan Cup che è partita all’esatta ripresa degli show. Quest’anno sono ben 32 gli atleti che si sfideranno per ottenere una title shot contro il double champion Tetsuya Naito, in quel di Dominion il 12 Luglio.

Arrivati alla 5° giornata siamo a metà strada degli ottavi di finale e prima di lanciarmi in un pronostico spassionato su chi arriverà in finale consiglio vivamente la visione, per chi ancora non l’avesse fatto, di Minoru Suzuki Vs Yuji Nagata. Questi due giovincelli di 52 anni, hanno creato quello che, fino ad ora non esito a definire il miglior match della competizione. Nessun momento morto, certo non spicca per atletismo ma questo limite viene colmato da grinta e odio reciproco che crea uno scontro infuocato tra due maschi alfa. La vittoria di Nagata non è da considerarsi propriamente un upset, se c’è un periodo in cui la compagnia ci sorprende con incontri inediti o decisioni contro i normali favoriti è proprio questa a differenza del Climax dove comunque i possibili vincitori escono alla distanza.

La corsa di Nagata è stata interrotta da Okada che manco a dirlo ha tutte le carte in regola per arrivare in finale, ma Nagata in questo torneo con la sua “never die attitude” ha dimostrato ancora di essere un fenomeno nonostante l’età che molto spesso viene messo in secondo piano proprio dalla personalità più eccentrica e riconoscibile di Suzuki. Guai a chiamarli part-timer, questo vecchi leoni sanno ancora come ruggire.

Parlando di finale, se dalla parte sinistra del tabellone Okada sembra avere strada in discesa verso la finale, dalla parte destra potremo avere i risvolti più interessanti. Se Sanada e Evil vincono i loro rispettivi match ci troveremo due membri degli LIJ in semifinale dando finalmente vita a quel tanto atteso feud, almeno da gran parte dei fan su Internet. L’ultimo match di Okada è stato vinto tramite sottomissione, non vorrei che questo sia un modo per farci intendere che rivedremo presto il Cold Skull Sanada contro il Rainmaker. Sarebbe un ipotesi probabile ed allettante visto i trascorsi tra i due che hanno sorriso prevalentemente a Okada specialmente quando contava. Quindi sarebbe solo giusto che si concedesse a SANADA una vittoria che lo proietterebbe ad uno scontro con il suo leader di fazione e perché no, smuovere le acque all’interno della fazione creando qualche tensione.

Riproporre subito Okada contro Naito sarebbe uno spreco, il tempo è l’ultimo dei problemi in questo momento per la NJPW e sperimentare non sarebbe un’idea negativa o controproducente. Sanada è sempre stato visto in un limbo che lo porta ad essere un ottimo wrestler di coppia ma potenzialmente anche un nome spendibile singolarmente. Gli manca solo quel pizzico di fiducia in più per potersi affacciare in zona Main Event, specialmente per fungere da ricambio di valore qualora servisse al posto di proporre sempre i soliti volti noti.

Vedremo se le mie previsioni si riveleranno esatte ma per ora posso solo augurarvi di godervi questa New Japan Cup, qualunque sia il risultato. Ciò che conta è che anche la NJPW abbia potuto finalmente riprendere la sua attività regalando ai suoi appassionati il proprio prodotto. Questo numero dell’Other Side termina qui, Captain Phenomenal 1 vi ringrazia per la lettura e vi dà appuntamento al prossimo numero. Ciao!!

15,039FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati